Pagina 5 di 5 primaprima ... 345
Visualizzazione dei risultati da 101 a 117 su 117

Discussione: [TR] Transoxiana

  1. #101

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Quote Originariamente inviato da flyboy Visualizza il messaggio
    La cameriera del vostro tavolo.
    Che cameriera?

    Quote Originariamente inviato da I-DAVE Visualizza il messaggio
    Capolavoro.

    DaV
    Grazie!

    Quote Originariamente inviato da enrico Visualizza il messaggio
    Che meraviglia!!
    Grazie ancora!

    Quote Originariamente inviato da Seaking Visualizza il messaggio
    Non permettetevi di finire qui l’OT, maledetti!

    Era da tempo che non ridevo così.
    13900 è il nuovo Fabio Volo di AC!
    Felicissimo di saperlo, soprattutto se potrò fiocinare tardone come se non ci fosse un domani.

    Quote Originariamente inviato da londonfog Visualizza il messaggio
    L'unica cosa che capisco di calcio e' che la palla e' rotonda. Racconto molto divertente.
    il giuoco del calcio è bellissimo Silvano! grazie comunque

    Quote Originariamente inviato da aamilan Visualizza il messaggio
    troppo ridere questa parte del viaggio. certo potevi cimentarti a torello con la squadra
    Non sono tesserabile, purtroppo

    Quote Originariamente inviato da flyLILB Visualizza il messaggio
    Bellissimo. E con la partita avete raggiunto il climax. Grandissimi.
    Grazie mille, troppo gentile!

    Quote Originariamente inviato da Nickee Visualizza il messaggio



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


    Quote Originariamente inviato da aless Visualizza il messaggio
    Più sobrio di un Vigor Lamezia - Vibonese.
    Va detto, c'era una certa educazione. L'idea che mi sono fatto è che avessero tutti una discreta ca*a della polizia; le due-tre volte che il brigadiere s'è presentato, tutti sono diventati degli agnellini. E tutti gli ultras hanno identificazione fotografica, tipo badge, appesa al collo. Quindi si, di sicuro ci sono più cattive maniere nello stadio della Vigor.

    Quote Originariamente inviato da I-DAVE Visualizza il messaggio
    Per la prima volta, dopo secoli, ho sentito la necessità di guardare gli highlights. Avete insegnato agli astanti qualche coro su Juve merda, vero?

    DaV
    Tutti. Juve, Napoli, Bilan, Mike Bongiorno... non è rimasto indenne nessuno. Tranne il Toro.

    Quote Originariamente inviato da falkux Visualizza il messaggio
    Fantastico tr, finora tra i migliori in assoluto, per me.
    E quanti aerei!
    Il dubbio che mi pongo è che siano troppi, che dici?

    Quote Originariamente inviato da Greco Visualizza il messaggio
    13900 il nuovo Pizzul!
    E il pallone si spegne a borrrrdocampo!

    Quote Originariamente inviato da lollomz Visualizza il messaggio
    Bellissimo, la telecronaca della partita è la "perla" finale di un TR tra i migliori che ho avuto il piacere di leggere: BRAVISSIMI!!!!
    Grazie lollomz!

    Quote Originariamente inviato da marksimon Visualizza il messaggio
    Con gli highlights dell'incontro di calcio credo si sia raggiunto un livello stratosferico, veramente senza parole.
    Grandissimo TR.

    ciao
    Marco
    Grazie mille Marco

    Quote Originariamente inviato da BGW Visualizza il messaggio
    Unico nel suo genere, e non solo per la destinazione!
    Servili e umilissimi ringraziamenti, signor console.
    Are we there yet? Stories from the road.

  2. #102

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    [OT, ultima parte - Tashkent]

    Mi aspettavo di trovare Tashkent di mio gusto, così come mi erano piaciute Yerevan e Almaty, che con la capitale uzbeka condividono l'imprinting sovietico, ma se devo essere sincero così non è stato, o almeno non del tutto. I motivi possono essere molteplici, ma direi che quello principale è che non mi piace il modo con cui l'Uzbekistan sta evolvendo la sua eredità ex-sovietica.




    Mi spiego meglio. Tutte le ex-repubbliche sovietiche che ho visitato si stanno reinventando, costruendosi un'identità nazionale dopo che, per decenni, non ne avevano avuta una, o non potevano esprimerla al meglio. Per Georgia e Armenia la faccenda è abbastanza facile, avendone avuta una - millenaria, per giunta - precedente; per gli -Stan, invece, la faccenda è complicata. O non esistevano, prima dell'URSS, o avevano confini diversi, o nomi diversi. Così s'è creata una corsa all'antenato che ha risvolti tragicomici, con paesi tipo il Kyrgyzstan che deve ricorrere a una specie di eroe-scrittore mitologico come suo padre putativo, Manas (immaginatevi l'Italia a scegliersi un ibrido Virgilio-Giulio Cesare) o quei poveri cristi del Tajikistan, che scelgono Somoni malgrado fosse nato in Uzbekistan e sia interrato a Bukhara.

    In questo bailamme, l'Uzbekistan è quello che è tutto sommato caduto in piedi, avendo il buon vecchio Tamerlano.



    Però tutto il corollario artistico è, come dire... pacchiano. Faccio un esempio; piazza dell'Indipendenza, dove una volta c'era il Lenin più grosso del mondo. Va bene levarlo, ma sostituirlo con un globo dorato con l'Uzbekistan in rilievo, e una specie di pergola in acciaio riflettente con tre cicogne sopra? Non lo so, sono cose che fanno storcere la bocca in un ristorante in semiperiferia di Istanbul che cerca di darsi un tono ricercato, non nella capitale di un paese.








    Ci sono, però, ancora delle delizie per l’ammiratore dell’architettura del tempo che fu, e i grandi vialoni alberati sono sempre una garanzia.

    Come per Almaty, anche qui una grande mano al redesign della zona è stata data dal solito terremoto, anche se l’effetto collaterale sono state le decine di migliaia di morti che questo ha causato. Questo memoriale, fortunatamente non ancora bruttato da qualche trovata di cattivo gusto, ne ricorda le vittime:

    Il bazaar Chorsu è un altro bell’esempio di architettura, un pantheon dedicato alla carnazza, al formaggiazzo, alla più completa ignoranza di qualsivoglia norma d’igiene e allo scugnizzismo.




    Pure la metro, malgrado l’odore di cantina che ha in comune con quella di Yerevan, ha le sue vette. Peccato che Dancrane si faccia pescare a fare le foto.




    E l’hotel Uzbekistan rimane un caposaldo di antipatia, un distillato di ostilità sovietico anche dopo tutti questi anni.




    Il giorno dopo il compleanno di Tamerlano, i cui fiori vengono distribuiti (o arrubbati) alle (o dalle) giovani donzelle di Tashkent (vedi sotto)…


    [/center]

    … è il momento di lasciare questa città, e questo paese. Non prima, però, di postare qualche ultima foto, senza troppo commentario, di momenti di Tashkent. Per arrivare in aeroporto c’è tempo, e quella parte di storia la racconto domani.

















    Are we there yet? Stories from the road.

  3. #103

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    [Parte V – TAS-LHR. Il vero secondo volo peggiore della mia vita]

    Il ritorno, così come l’andata, avviene su direttrici diverse. Dancrane volerà a Roma, e di lì a Meeelano, mentre io prenderò il diretto per Londra. Il suo volo parte un’oretta prima del mio, e per fortuna non alle 5 AM come sembra la norma da queste parti; per cui, dopo una mattinata di relax, abbandoniamo la nostra stamberga e facciamo ritorno al Tashkent International il quale, sorpresa delle sorprese, è persino dotato di un’Arrivals lounge.


    Il check-in per il volo di Roma è abbastanza incasinato, tra pugili che ci mettono una ventina di minuti a testa e una coppia di fanciulle che decide di ricostruire i rispettivi bagagli esattamente davanti al banco. L’addetto si spazientisce e chiama Dancrane lo stesso; in quel momento arriva anche il suo vicino di pianerottolo – o forse un amico della squadra di tressette, chi lo sa, che gli chiede d’imbarcarlo per il volo per Parigi, e vuoi non essere gentile? Mancano solo le capre e uno con un tamburello.


    Il mio check-in apre poco dopo, e sono il primissimo a farlo. Purtroppo, la carta d’imbarco segna seq. 60 o giù di lì il che vuol dire, come all’andata, transiti. E volo probabilmente pieno. Infatti i controlli di sicurezza rivelano un truppone di persone in transito, inclusi alcuni che avevo visto all’andata. Mi domandavo perché chi volesse volare il martedì della settimana dopo Pasqua, e la risposta è “tutti”.

    TAS airside fa pena. Al di là dell’infrastruttura ai limiti, ci sono gli annunci più rumorosi del mondo, sedici per 4 voli, tutti fumano nelle latrine, i bar accettano solo som – che cerchiamo di disfarci con celerità – e in generale sembra che tutti siano al lavoro lì come alternativa alla detenzione.


    Il panorama offre la vista dell’intera flotta di Dreamliner di questa incredibile, meravigliosa compagnia:


    il lavoro ferve:


    nel frattempo Wilmer passa col tratùr per portare il tubo del concimatore all’altro campo di bietole.


    Ci consoliamo con un’ultima uzCarlsberg, poi è il momento per Gian di andarsene. Lo guardo con somma invidia mentre il suo volo, caricata a malapena una cinquantina di persone, apre e chiude con buon anticipo.
    C’è pure una lounge.


    Nel frattempo, il mio volo dovrebbe partire alle 16.20, imbarco ore 15.50. Verso le 15.45, senza fretta, mi piazzo nei paraggi del corridoio da cui si dovrebbe, teoricamente, accedere al gate. Tutti gli altri hanno avuto la medesima idea. Una compagnia di 200 anime si mette più o meno in coda tra bambini che piangono, grida, telefoni e in generale casino. Stessa tipologia di clientela dell’andata, e volo verosimilmente pieno. Gioia e tripudio.

    Passa il tempo, si fanno le 15.50, le 16.00, le 16.10, le 16.15, le 16.20… niente. Alla fine, alle 16.30, arrivano tre addette, aprono la porta e scendono, continuando bellamente a chiacchierare. La porta rimane aperta; che si fa? Che non si fa? Le seguiamo.

    Si forma una coda davanti al gate, e anche li un bel capannello di persone – le tre addette, quello in divisa mimetica, quello in divisa da poliziotto, quello in divisa blu – discutono di teoria delle stringhe e quantum gravity. Sto leggendo il libro di Rovelli e mi domando se offrire un’opinione, ma decido di evitare. Ad un certo punto, dopo tanto conversare, si ricordano che è ora di imbarcare e decidono – letteralmente – di prenderci a spintoni per farci andare giù per la jetty il più velocemente possibile. Questo è uno dei motivi per cui le compagnie aeree non dovrebbero essere di Stato.

    Comunque sia, gli interni sono quelli nuovi…




    Peccato che il pitch sia dia-bo-li-co. Pure peggio di quello con gl’interni vecchi. E vorrei ben vedere, caricano 270 cristiani su questo aereo; per fare una comparazione, i 763 JAL domestici, ad alta densità, ne portano quasi una ventina di meno. Sono letteralmente incastrato nel sedile.


    Bill Bryson aveva una teoria in base alla quale lui era costretto, per sempre, a passare del tempo assieme agli esseri umani più cretini del circondario. La mia teoria – sempre verificata! – è che se il volo è lungo o scomodo avrò il vicino di posto più grosso possibile. Per fare un esempio, su un volo pieno solo di pigmei, il mio vicino sarà Shaquille O’Neal. La teoria – dovrei chiamarla assioma, dai – non tradisce nemmeno stavolta. Arriva un gruppone di turisti del Lancashire di origine bengalese, che occupa l’intera cabina posteriore dell’aereo; io non so quanta Ovomaltina gli abbiano dato da bambini, ma il più nano è alto come me, 1,85. E ovviamente il mio vicino è quello due metri per 130 kg. Ottimo.

    Per grazia del Signore alla fine decolliamo. Ecco Tashkent in tutto il suo splendore.




    Noterete i finestrini luridi. Ricordandomi del consiglio del buon I-DAVE, prima dell’arrivo degli Harlem Globetrotters avevo usato le mie salviette umide, le mitiche Boots (£1 a pacco, profumo cetriolo, mica pizza & fichi) per pulire il vetro. Peccato che il problema sia l’esterno; il 767 è letteralmente coperto di fango e polvere, che in crociera si cristalizzeranno in un bel pastrocchio che renderà fotografare impossibile. Non so quanto importi, visto che il primo messaggio della gentile donzella di servizio sarà un perentorio ”No photo no video!”. Anche lei, come le colleghe all’andata, ha l’aria di trovare il suo lavoro veramente eccitante e soddisfacente.

    Il volo è uno schifo. Al di là dello spazio, l’IFE contiene solo commedie sovietiche o uzbeke, e l’atmosfera a bordo è quella del bus scolastico in gita, quando la prima bottiglia di vodka marca Selex è già stata svuotata e si pianifica la razzia all’Autogrill (tutta roba sentita dire, mai fatta, ero un bravo ragazzo io! …), se non fosse che i dirimpettai sono tutti musulmani. Comunque ci sono grida, strepiti, urla, gente che si parla dalla fila 30 alla 46, uomini che ci provano con qualsiasi donna a disposizione a prescindere da età, status coniugale e numero di operazioni per la ricostruzione dell’anca. Il mio stupore viene intercettato dal dirimpettaio, al quale dico ”Credevo foste religiosi.” “Si ma anche a noi piace la f*ga” è la risposta.

    L’unica distrazione, e motivo principale per avere il finestrino, è il mar d’Aral. Non pensavo che l’avrei rivisto, e invece eccolo qui.

    O meglio. La mappa dice che siamo qui, sulla spiaggia.

    Ma se guardo fuori…




    Nulla. Nulla di nulla. Credevo che qualcosa, col disgelo, si vedesse, nell’ex Mare orientale, e invece… niente. La dimensione del danno derivante dall’incuria sovietica, e dal menefreghismo uzbeko, è devastante.

    Poi, però.. ecco una visione che mi fa sorridere. Vi chiedo veramente scusa per le foto, sono penose, ma ci tenevo a metterle. Vi ricordate del mio TR dell’anno scorso, quello del North Aral sea? Eccolo, è lì. La riva a nord è dove sono stato, è bello rivederlo. Si intravede anche la diga di Kokaral. Ancora, mi scuso per le foto.













    Salutato l’Aral, il viaggio continua. Il cibo arriva salutato dalla signorina al carrello che procede abbaiando ”Muslim? Muslim?”, suppongo per trovare gli special meal. Divertentissimo il siparietto quando lo chiede anche ai Sikh col turbante e la barbazza, ma pazienza. Confermo di non esserlo, e ricevo quanto segue. Il mio vicino, lui invero musulmano, riceve qualcosa che è esattamente lo stesso. Ho studiato dalle suore e quindi mangio senza troppi problemi, ma il gusto è pari all’attrattività del piatto.


    Sistemato il ‘cibo’, non resta altro da fare se non aspettare, e sopportare. La Russia meridionale è ancora in modalità invernale, col Volga completamente congelato:




    Dopodiché il cielo si rannuvola, e rimane così fino all’arrivo. Siamo al T4, per cui taxiing eterno fino al terminal, con tutti in piedi in corridoio. Esco ripromettendomi di non salire mai più a bordo e mi trovo quasi a riabbracciare la Piccadilly Line sulla tratta verso casa.

    Qui finisce la mia versione degli eventi, spero che Dancrane aggiungerà la sua; da parte mia, grazie mille per aver letto tutto ‘sto pippone, spero che vi sia piaciuto quanto a me. Tolti gli aerei, è stato un viaggio fantastico. Grazie anche a Dancrane per essere venuto e avermi sopportato, da solo sarebbe stato molto meno divertente.

    Come disse Enrico la Talpa,

    That’s all, bifolks!
    Are we there yet? Stories from the road.

  4. #104
    Member L'avatar di AlicorporateUK
    Registrato dal
    Mar 2009
    residenza
    WAW/SJJ
    Messaggi
    1,615

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Life-changing, mettetelo in cima a tutto come sticky insieme al Cipro by Nicola.

    Fandabidozi, complimenti dal vivo a seguire

    G

  5. #105
    Moderatore L'avatar di londonfog
    Registrato dal
    Jul 2012
    residenza
    Londra
    Messaggi
    7,039

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Bello, epico dall'inizio alla fine!

  6. #106

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Stupendo, complimenti ragazzi, vi invidio...

  7. #107

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Quote Originariamente inviato da 13900 Visualizza il messaggio
    Usciamo, raggiungo un nuovo piccolo, personalissimo record nella contrattazione tassinaristica (da $20 a $2) e, in men che non si dica, siamo in hotel. A presto per un poco di OT su Tashkent e poi il durissimo, almeno per me, volo del ritorno.
    un TR eccezionale, senza se e senza ma.....ma io avrei saputo fare di meglio

    Per aspera sic itur ad astra

  8. #108
    Moderatore L'avatar di Dancrane
    Registrato dal
    Feb 2008
    residenza
    Milano
    Messaggi
    14,300

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Chiudo anche i miei modesti contributi con piccole aggiunte qua e là.
    Non avendo competenze calcistiche (l'ultima volta che sono stato in uno stadio il portiere della nazionale era ancora Zenga, tanto vi basti a capire quanto ami andarci, allo stadio), aggiungo solo la foto del prestigioso impianto



    e, giusto per chiarire che "non è sport da signorine", il maschio pubblico di supporters (s'è vista una, ed una sola, donna tra il pubblico!)



    Il gol dei nostri



    Di Tashkent, non avendo pregresse esperienze di altri stati dell'ex impero, non posso dire molto. Posso, tuttavia, fare un paragone con le altre due città, che hanno certamente molta più personalità e più storia millenaria da mostrare rispetto alla capitale uzbeka. Nella quale si ammira praticamente la sola architettura e si respira quell'aria di sano comunismo dei tempi che furono, con qualche intrusione capitalista qua e là









    L'omaggio agli sconfitti





    La chiesa ortodossa





    Per quanto vero che sia stato abbondantemente cazziato per avere osato fare una fotografia in metropolitana (ma proprio una di numero, eh!)





    questo non mi ha impedito di documentare la tecnologia in generale delle stazioni e dei treni





    e della fermata di Kosmonavtlar, che da sola meritava, appunto, la cazziata







    Nikolai Bascov, purtroppo, ce lo siamo perso







    Per chiudere, il rientro: il mezzo è esattamente il 757 dell'andata, anche se a questo giro mi sono preso l'ultimissima fila disponibile (poi diventata la penultima, visto che era libera). Memore del volo di andata, mi sono astenuto dal fare fotografie all'interno... cioè, inavvertitamente qualcosa è sfuggito



    Mandato l'sms di commiato a 13900, credo abbia volato su questo "coso"



    Si va. Anche in questo caso, assistenti ancora in piedi (anche se nel galley e non in corridoio), e rumore della cintura che si allacciava praticamente alla rotazione









    A differenza del biellese, il mio avione non è dotato di IFE né di airsciò, pertanto non sono in grado di dirvi cosa diavolo fosse questo



    mentre sono in grado di documentare il servizio, che parte una buona oretta dopo il decollo. Si attacca con l'aperitivo, uguale a quello dell'andata. A questo giro avrò cura di centellinare il bicchiere di coca cola



    A seguire, arriva la prestigiosa e raffinata confezione di sbobba



    che solo per voi vado prontamente ad immortalare nel suo contenuto



    La parte calda è la medesima di quella di 13900, nel senso che l'officina meccanica nella quale hanno fritto il pollo e la carrozzeria ove è stato bollito il riso sono le medesime. Anche l'olio Castrol usato per friggere è lo stesso



    La cottura di quello che doveva essere pollo non mi è stata chiesta, quindi chiedo perdono al Console se, a differenza sua, non posso esprimere giudizi sulle capacità del cuoco di bordo



    Sopravvissuto al pranzo, attacco a fare qualche foto al panorama e... sorpresa! L'assistente di volo mi fa presente che è vietato fotografare! Ma come, le dico: non sto facendo foto all'aereo, sto riprendendo in panorama! Lo so, ma è vietato lo stesso.

    Echeduepalle, va bene, non ne faccio più (per i prossimi 2 minuti)







    Siamo sul Mar Caspio (a naso)



    Un po' di incroci: il 380 di EK ci passa fortunatamente dietro



    Il triplo, sempre di EK, di fianco



    Qua non so dove siamo



    Un'ora e mezza prima dell'arrivo, la colazione. Panino al formaggio identico a quello dell'andata, unica cosa buona del viaggio



    Siamo ormai in avvicinamento a FCO: gli ultimi due scatti (pessimi, schifosi, lo so) prima dell'atterraggio





    Termina qua il viaggio, in un posto che mi ha sorpreso molto per la quantità di cose viste, per l'ospitalità delle persone, per il divertimento e per la compagnia di 13900, grande organizzatore, grande guida, e grande tifoso del Toro come me, cosa che ha aiutato molto allo stadio!


  9. #109

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Bellissimo il racconto, bellissime le foto, complimenti!

    PS: Forza Toro

  10. #110
    Member L'avatar di Viking
    Registrato dal
    Aug 2009
    residenza
    Milano
    Messaggi
    1,411

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Speechless sotto ogni punto di vista. Una parola è poca e 2 son troppe. Fab 13900 superlativo, anima nobile e curiosa a volte d’altri tempi. Un Lawrence d’Arabia dei giorni nostri, complimenti. Che dire di Gp? Penso uno dei migliori shooting di sempre assieme al TR della Groenlandia. Ti sei guadagnato una birra, offro io.


    Sent from my iPhone using Tapatalk

  11. #111

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Ragazzi che TR!
    La narrazione di Fabrizio della partita di calcio mi ha fatto venire i crampi allo stomaco dalle risate!
    STUPENDO!
    Il fu Bandit

  12. #112

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Uzbekistan Airways inguardabile, scandalosa e da bannare nei cieli europei. Poche foto a bordo. Bukhara e Samarakanda da sogno. Grazie

  13. #113

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Molto ben scritto, bravi! Nella penultima foto si vede un pezzo della pista dell’ex aeroporto di Centocelle

  14. #114
    Moderatore L'avatar di BGW
    Registrato dal
    Mar 2008
    residenza
    SCL
    Messaggi
    2,777

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Bello, ben fotografato e ancora meglio raccontato!

    Quote Originariamente inviato da Dancrane Visualizza il messaggio
    La cottura di quello che doveva essere pollo non mi è stata chiesta, quindi chiedo perdono al Console se, a differenza sua, non posso esprimere giudizi sulle capacità del cuoco di bordo
    Mi*chia che schifettoso... quel pollo pareva buono e al posto tuo l'avrei mangiato!
    London Heathrow is a state of mind

  15. #115
    Moderatore L'avatar di Dancrane
    Registrato dal
    Feb 2008
    residenza
    Milano
    Messaggi
    14,300

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Quote Originariamente inviato da BGW Visualizza il messaggio
    ...
    Mi*chia che schifettoso... quel pollo pareva buono e al posto tuo l'avrei mangiato!
    Posso assicurarti che l’ho mangiato, e l’olio usato era di motore diesel.

  16. #116

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Bravissimi! Grazie ancora per averlo condiviso.

  17. #117

    Predefinito Re: [TR] Transoxiana

    Quote Originariamente inviato da AlicorporateUK Visualizza il messaggio
    Life-changing, mettetelo in cima a tutto come sticky insieme al Cipro by Nicola.

    Fandabidozi, complimenti dal vivo a seguire

    G
    Life-changing è stato anche il sedile del ritorno! Grazie mille

    Quote Originariamente inviato da londonfog Visualizza il messaggio
    Bello, epico dall'inizio alla fine!
    Grazie ancora Silvano!

    Quote Originariamente inviato da strain77 Visualizza il messaggio
    Stupendo, complimenti ragazzi, vi invidio...
    Grazie, ma non invidiarci! l'Uzbekistan è là, e sai quale compagnia non prendere.

    Quote Originariamente inviato da MalboroLi Visualizza il messaggio
    un TR eccezionale, senza se e senza ma.....ma io avrei saputo fare di meglio
    Vabbè, tu sei il gran visir del barbonismo, io sono un umile padawan!

    Quote Originariamente inviato da Dancrane Visualizza il messaggio
    Termina qua il viaggio, in un posto che mi ha sorpreso molto per la quantità di cose viste, per l'ospitalità delle persone, per il divertimento e per la compagnia di 13900, grande organizzatore, grande guida, e grande tifoso del Toro come me, cosa che ha aiutato molto allo stadio!
    Grazie a te GP!

    Quote Originariamente inviato da Stefanopv Visualizza il messaggio
    Bellissimo il racconto, bellissime le foto, complimenti!

    PS: Forza Toro
    Bravo Stefano!

    Quote Originariamente inviato da Viking Visualizza il messaggio
    Speechless sotto ogni punto di vista. Una parola è poca e 2 son troppe. Fab 13900 superlativo, anima nobile e curiosa a volte d’altri tempi. Un Lawrence d’Arabia dei giorni nostri, complimenti. Che dire di Gp? Penso uno dei migliori shooting di sempre assieme al TR della Groenlandia. Ti sei guadagnato una birra, offro io.


    Sent from my iPhone using Tapatalk
    Grazie Viking, troppo gentile. Però non capisco perché l'alcol se lo becca solo DC!

    Quote Originariamente inviato da Cataplomosifone Visualizza il messaggio
    Ragazzi che TR!
    La narrazione di Fabrizio della partita di calcio mi ha fatto venire i crampi allo stomaco dalle risate!
    STUPENDO!
    Grazie termosifone

    Quote Originariamente inviato da ALESSIO78 Visualizza il messaggio
    Uzbekistan Airways inguardabile, scandalosa e da bannare nei cieli europei. Poche foto a bordo. Bukhara e Samarakanda da sogno. Grazie
    Mi spiace per le poche foto.

    Quote Originariamente inviato da Greco Visualizza il messaggio
    Molto ben scritto, bravi! Nella penultima foto si vede un pezzo della pista dell’ex aeroporto di Centocelle
    Allora a Centocelle c'è di più dei Centocelle Nightmare!

    Quote Originariamente inviato da BGW Visualizza il messaggio
    Bello, ben fotografato e ancora meglio raccontato!



    Mi*chia che schifettoso... quel pollo pareva buono e al posto tuo l'avrei mangiato!
    Guarda, sfondi una porta aperta. Farlo mangiare era un'impresa.

    Quote Originariamente inviato da edag75 Visualizza il messaggio
    Bravissimi! Grazie ancora per averlo condiviso.
    Grazie a te per aver letto!
    Are we there yet? Stories from the road.

Pagina 5 di 5 primaprima ... 345

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 3 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 3 ospiti)

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •