Visualizzazione dei risultati da 1 a 12 su 12

Discussione: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

  1. #1
    Moderatore L'avatar di I-DAVE
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    vicino al Soviet di Pirelligrad, dove chi critica è presentuoso
    Messaggi
    9,671

    Predefinito [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Altro TR veloce veloce, nulla di inedito né per le compagnie né per la destinazione.

    Due settimane dopo Vilnius, ci sono già altri due meeting in programma, due eventi separati ma che si terranno nello stesso posto – ad Atene – nella stessa settimana, e nello stesso hotel. Vuoi mettere, si risparmia addirittura un volo per le tre persone che devono partecipare ad entrambi!


    Unico problema: giugno ad Atene è alta stagione peggio che Riccione a ferragosto, e trovare un hotel per ospitare una quarantina di persone è un po’ come trovare posto sui lampioni di Olbia durante una vertenza sindacale.

    Stessa storia per i voli; il diretto con Aegean sarebbe costato intorno ai 400€ e avrebbe richiesto una notte supplementare (ovvove! Intacca il budget!), e appena appena meno con FR e U2 una volta aggiunto il bagaglio imbarcato. Visto che il motto è “risparmiare, risparmiare, risparmiare”, l’unica alternativa è fare scalo da qualche parte, e precisamente a Zurigo in andata e Monaco al ritorno: 290€ r/t, bagaglio incluso, prenotato tre settimane prima, sveglia alle 3.30 del mattino inclusa.

    Uno dei colleghi di Londra è sceso con BA per modici 500 GBP a/r, in Y, senza neppure un tramezzino, e al ritorno la sua classe tariffaria non permetteva comunque l’anticipo sul volo precedente; un altro da Manchester con U2 era intorno ai 360 GBP sola andata. Credo sia questo il motivo per cui le compagnie siano in attivo...

    Si parte domenica mattina (cioè, notte) da casa verso Malpensa via Cadorna, visto che alle quattro del mattino e qualcosa non ci sono treni da Centrale. Sonnecchio durante il tragitto, arrivo al T1, mollo la valigia con eleganza olimpionica ai banchi check-in, passo indenne i controlli di sicurezza e vado diretto al sat A. Sorge il sole su Air Italy! È pure il primo Max8 che vedo dal vivo:



    Cosa offre il menu stamattina:



    Al gate, quasi un’ora prima del decollo, ci sono già una trentina di persone in coda al gate. Faccio una veloce colazione con cappuccio e brioche e mi siedo in attesa che apra, cosa che avviene puntualmente.




    Volo: LX 1639
    Tratta: MXP-ZRH
    Aereo: Embraer ERJ-190LR
    MSN: 349
    Reg: HB-JVM
    Primo volo: 10/04/2010
    Consegnato: 13/05/2010
    Età: 8.2 anni
    Posto: 9A
    Sched/Actual: 0710-0805 // 0716-0800
    Durata volo: 44'

    Imbarchiamo, abbastanza inaspettatamente, dal jetbridge; nonostante il volo pieno, stacchiamo in orario e rulliamo verso la 35L. Un 330 AZ è al sat A, credo per dei charter su Cagliari.



    Mentre decolliamo, uno dei 320 QR in wet per IG si appresta a raggiungere la sua pista.



    Solita panoramica dall’alto:



    Il 190 in configurazione Helvetic è un mezzo supplizio; ricordo con nostalgia il Fokker 100, con un pitch degno di una premium economy di lungo. Questo, invece, è degno di Wizzair:



    Il servizio di bordo è express e consiste in una bottiglietta d’acqua e un cioccolatino a tema mondiale:



    Facciamo giusto in tempo ad accarezzare qualche 4000 e siamo già in discesa per ZRH, dove atterreremo da sud dopo essere passati sulla verticale dello scalo elvetico.



    Atterriamo sotto un cielo plumbeo, e pascoliamo verso il terminal in mezzo a bestioni da globalizzazione aeronautica.





    Lo scalo è veloce e c’è giusto il tempo di passeggiare dal gate di arrivo a quello di partenza, passando per gli stand dei maître chocolatier e addentare un cioccolatino Lindt appena sfornato. Arrivo al nuovo gate che mancano una decina di minuti all’imbarco.




    Volo: LX 1830
    Tratta: ZRH-ATH
    Aereo: Airbus A321-111
    MSN: 520
    Reg: HB-IOC
    Primo volo: 13/01/1995
    Consegnato: 07/03/1995
    Età: 23.5 anni
    Posto: 29A
    Sched/Actual: 0905-1240 // 0923-1240
    Durata volo: 2h 17'

    Anche qui stiamo messi bene, in quanto a pitch... e altro volo pieno a tappo.



    Accoglienti gli assistenti di volo, fanno subito un’ottima impressione. Li sento salutare un po’ in tutte le lingue (incluso quella specie di grugnito che usano lì), ma credo sia normale per gli svizzeri parlarne almeno tre, considerando la situazione linguistica del paese. A proposito di multilinguismo; nel 1995, questa era cutting edge technology a bordo degli aerei... l’aereo ha più di 20 anni, ma, a parte l’overhead un po’ antiquato, è in ottime condizioni ed è pulito.



    Un CS1 è il nostro vicino.



    In attesa del decollo, annoiato.



    Decolliamo da pista 16, direzione sud, mentre una balena di Singapore si rifocilla.



    I moli A e B, dove partono i voli Schengen



    Overview di tutto l’aeroporto



    E zoomata sul terminal E, da dove partono gli extra-schengen



    Dopo circa una quarantina di minuti, in volo sopra la Slovenia, servono il rancio – mi aspettavo biscotti o salatini, invece è uno snack caldo: una specie di quiche di verdure, piuttosto sostanziosa e niente male come sapore! Vengono fatti due giri di bibite e alla fine del servizio passano con i cioccolatini a forma di pallone da calcio. Servizio tutto sommato più che soddisfacente per un volo di due ore e mezza.



    Il resto del volo è una pizza colossale, che passo per lo più leggendo.

    L’avvicinamento ad ATH è quello classico che mi è sempre capitato – si sorvolano le isola di Salamina ed Egina più o meno paralleli alla costa, si fa una virata stretta circa sopra Poros e ci si allinea da sud.



    Blu Egeo



    Ad Atene ha appena diluviato. Ah signora mia non ci sono più le mezze stagioni! Qualcuno della famiglia reale qatariota ha deciso di fare il soggettone con un 748 Vip



    Ovviamente non può competere col fascino di questo An-12 della Cavok Air



    In tema “visitatori interessanti”, c’è pure un 744 di Air India, che vola spesso come AI1 in posti piuttosto curiosi (ultimamente si è fatto DEL-ATH-PBM-SCU-HAV-FRA: il presidente indiano (e non il premier Modi) era in visita ufficiale in quei paesi, ma mi viene il dubbio che avesse semplicemente voglia di mare )



    Collezione di code al terminal



    Azione frenante: tutto ok



    I bagagli arrivano piuttosto in fretta (meno di dieci minuti dopo lo sbarco) e, mentre vado verso la metro, comincia a piovere ancora.

    Esco dalla metro e, per fare i 500 m che mi separano dall’hotel (differente da quello dove dormirò la successiva settimana: non c’era posto anche domenica notte), mi prendo tutto l’acquazzone. Entro nella hall bagnato fradicio e al banco del check-in sono in sei a servire solo due persone, che rappresentano un gruppo di americani di una trentina di persone.

    La famiglia olandese davanti a me è visibilmente spazientita e, dopo quindici minuti di attesa, chiedo loro da quanto sono in coda – da trenta e passa minuti. Dardi infuocati mi escono dagli occhi, e credo che qualcuno in reception se ne sia accorto, perché due minuti dopo chiamano sia la famiglia che me – si scusano, pensavano fossimo tutti con il gruppo di americani che, notare, erano tutti, ma proprio tutti, seduti venti metri più in là ad aspettare i due poveri disgraziati che erano al banco; inoltre, gli altri quattro alla reception si stavano facendo beatamente i cazzacci loro a chiacchierare, cosa che peraltro faccio notare piuttosto stizzito. Tralasciamo che la camera è una topaia, altro che hotel 5 stelle affiliato LHW. Per chi fosse interessato a sapere dove non pernottare, questo è l’hotel.

    La mini-camera da 300€ a notte. Li mortacci loro.


    Pavimento macchiato e consunto, sia in camera che in bagno, stessa cosa per il top del bagno. Amenities al gusto tuttifrutti unbranded. Tutte cose che accetto tranquillamente negli alberghetti del cavolo che di solito mi prenoto per conto mio, ma qui...





    Aspetto che smetta di diluviare per andare a fare un giro fino ai piedi dell’Acropoli. Giardino nazionale:



    I sempre socievoli gatti greci



    Beh, quasi tutti.



    E, per finire, la chiesetta di Agios Georgios Stratonos, con il Licabetto sullo sfondo.



    Torno indietro per una cena vicino all’hotel con i tre sfigati che come me si sono dovuti sorbire quell'hotel atroce; poi a letto presto, per fortuna la mattina dopo si cambia hotel (in meglio).

    DaV

  2. #2
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,446

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Bel TR ... ma soprattutto, mito assoluto!
    Quote Originariamente inviato da I-DAVE Visualizza il messaggio
    giugno ad Atene è alta stagione peggio che Riccione a ferragosto, e trovare un hotel per ospitare una quarantina di persone è un po’ come trovare posto sui lampioni di Olbia durante una vertenza sindacale.
    Etiamsi omnes, ego non.

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Dancrane
    Registrato dal
    Feb 2008
    residenza
    Milano
    Messaggi
    14,939

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Bel TR ... ma soprattutto, mito assoluto!
    Quoto

  4. #4
    Moderatore L'avatar di londonfog
    Registrato dal
    Jul 2012
    residenza
    Londra
    Messaggi
    7,489

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Bel TR ... ma soprattutto, mito assoluto!
    Quoto anch'io

  5. #5

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Il cioccolato si mette in forno?
    Are we there yet? Stories from the road.

  6. #6

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Bel TR, complimenti... mitici i gatti di Atene!

  7. #7
    Senior Member L'avatar di AlicorporateUK
    Registrato dal
    Mar 2009
    residenza
    LHR/FCO
    Messaggi
    2,061

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Spettacolo i tuoi mini-TR, straight to the point.

    Grazie,

    G

  8. #8

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Questo TR cade a proposito, fra una settimana volerò con Swiss e stavo giusto cercando di capire cosa mi aspetta. La quiche sembra più una pizza

  9. #9
    Socio 2015 L'avatar di falkux
    Registrato dal
    Aug 2009
    residenza
    Piacenza
    Messaggi
    4,601

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    C'è chi mi ha preceduto, ma la domanda merita attenzione: il cioccolato si sforna?

  10. #10
    Member L'avatar di lezgotolondon
    Registrato dal
    Jul 2011
    residenza
    Pisa
    Messaggi
    679

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Ma non ce la fanno a stare dietro ai turisti?

    300€ per quella camera e' un furto!

  11. #11
    Moderatore L'avatar di I-DAVE
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    vicino al Soviet di Pirelligrad, dove chi critica è presentuoso
    Messaggi
    9,671

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    La parte sul ritorno sarà abbastanza veloce. Rientro via MUC con Lufthansa, sul volo ATH-MUC c’è anche una collega che torna a Vienna, lei è seduta appena dopo la J, io in culo all’aereo. Fastidiosamente, imbarchiamo da un gate remoto, con imbarco in lieve ritardo.



    Volo: LH 1753
    Tratta: ATH-MUC
    Aereo: Airbus A321-231
    MSN: 4545
    Reg: D-AIDB
    Primo volo: 14/12/2010
    Consegnato: 23/12/2010
    Età: 7.6 anni
    Posto: 27F
    Sched/Actual: 1920-2050 // 1953-2107
    Durata volo: 2h 13'

    Sono l’ultimo a salire la scaletta del primo giro di Cobus, mentre aspetto che la coda, infinita, si smaltisca, si può solo fare una foto al vecchio logo, prima che l’insipido blu-nero-viola lo inghiottisca per sempre.



    Una innocua nuvoletta passeggera copre momentaneamente il sole. Intanto il volo si riempie; anche questo è, tanto per cambiare, pieno.





    Facciamo pushback con oltre mezz’ora di ritardo, e rulliamo a fianco a questo 320 Gulf Air nella (ormai vecchia) livrea



    e Metroliner



    Mi appisolo appena dopo staccate le ruote da terra, mi risveglio giusto per il rancio. Mi aspettavo un sandwich schifoso e invece c’è un pasto caldo, piuttosto decente: una specie di pasta da minestra inondata da ketchup e con pezzi di pollo e feta. Scherzo, non era ketchup. Il catering è chiaramente greco (e la stessa pastina mi era capitata su un volo Aegean).



    Noto che il velivolo è dotato di wifi; per una volta che posso stare in pace senza mail di lavoro, col cavolo che lo provo; ma provo la versione free dall’app LH che consente di verificare la posizione:



    Atterriamo in mezzo al vento, passiamo per un T1 vuoto e attracchiamo ad un jetbridge. Sbarco il più in fretta possibile per andare al mio gate, visto che il tempo per la connessione si sta riducendo; tuttavia il volo deve ancora aprire e passerà ancora un bel pezzo prima che apra...



    Attendo al gate, visto che non c’è molto da fare – la maggior parte dei negozi sono già chiusi. Attenderò un bel po’, insieme ad un mega-gruppo in gita organizzata di ritorno da non so dove.




    Volo: LH 1864
    Tratta: MUC-MXP
    Aereo: Airbus A321-114
    MSN: 4141
    Reg: D-AIBA
    Primo volo: 11/12/2009
    Consegnato: 23/12/2009
    Età: 8.6 anni
    Posto: 24A
    Sched/Actual: 2200-2305 // 2248-2331
    Durata volo: 43'

    Nonostante fossimo ad un finger, scendiamo le scalette fino in fondo per un imbarco da bus. Perdo il primo per tre passeggeri, il secondo arriverà dopo quella che sembra un’infinità. Volo... pieno.

    Mi riappisolo durante il rullaggio, ma mi sveglio poco prima del decollo, giusto in tempo per provare uno scatto artistico



    Con le luci accese, in fase di crociera, non riesco più a riaddormentarmi, per cui mi dedico all’impegnativo compito di finire un microscopico pacchetto di patatine stra-unte:



    Scavalchiamo le Alpi in un solo grande balzo, sorvoliamo Bolzano e iniziamo la discesa poco a sud di Bergamo. Andiamo a posteggiare ai remoti a fianco a EI-EPA, Lufthansa e Ryanair spalla a spalla in quel di MXP.

    Volo senza infamia e senza lode, equipaggio dai pochi sorrisi ma alle 23 credo che l’unico desiderio per tutti fosse quello di sbarcare il più in fretta possibile. Finalmente sperimento anche un ritiro bagagli in tempi umani – circa 10 minuti. Speriamo che l’acquisizione della maggioranza dell’handling da parte di Dnata cambi le cose.

    DaV

  12. #12
    Moderatore L'avatar di I-DAVE
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    vicino al Soviet di Pirelligrad, dove chi critica è presentuoso
    Messaggi
    9,671

    Predefinito Re: [TR] miniTR: quando Swiss e Lufthansa sono low-cost (kind of)

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Bel TR ... ma soprattutto, mito assoluto!
    Quote Originariamente inviato da Dancrane Visualizza il messaggio
    Quoto
    Quote Originariamente inviato da londonfog Visualizza il messaggio
    Quoto anch'io
    Non è mica colpa mia se i lampioni sono richiestissimi!

    Quote Originariamente inviato da 13900 Visualizza il messaggio
    Il cioccolato si mette in forno?
    Quote Originariamente inviato da falkux Visualizza il messaggio
    C'è chi mi ha preceduto, ma la domanda merita attenzione: il cioccolato si sforna?
    [zampers] ecco che mancavano i due rompiballe della provincia [/zampers] - segue chiamata via whatsapp con immancabile "uè pirletta, ma hai finito di scassare i maroni?"

    Quote Originariamente inviato da millenove77 Visualizza il messaggio
    Bel TR, complimenti... mitici i gatti di Atene!
    Grazie!

    Quote Originariamente inviato da AlicorporateUK Visualizza il messaggio
    Spettacolo i tuoi mini-TR, straight to the point.

    Grazie,

    G
    Facciamo girare il business qui, mica abbiamo tempo da perdere in chiacchiere!

    Quote Originariamente inviato da magick Visualizza il messaggio
    Questo TR cade a proposito, fra una settimana volerò con Swiss e stavo giusto cercando di capire cosa mi aspetta. La quiche sembra più una pizza
    Era piuttosto alta (3/4 cm)

    Quote Originariamente inviato da lezgotolondon Visualizza il messaggio
    Ma non ce la fanno a stare dietro ai turisti?

    300€ per quella camera e' un furto!
    Per fortuna non pagavo io! Marlboroli gli avrebbe chiesto l'upgrade immediatamente, dopo una super piazzata. Devo imparare da lui!

    DaV

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 1 ospiti)

Discussioni simili

  1. Quando 1000ft di separazione verticale non sono abbastanza
    Da Seaking nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11th March 2017, 16: 33
  2. Quando gli aeroporti sono al limite dello spazio...
    Da airpilot nel forum Spot IT - L'angolo dello spotter
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 26th February 2012, 20: 31
  3. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 22nd December 2011, 13: 36
  4. Ryanair quando non era low-cost...
    Da Luca1985 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 21st September 2008, 14: 30
  5. PSA/FLR: quando le low cost non convengono!!
    Da Cesare.Caldi nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 3rd July 2007, 09: 12

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •