Pagina 1 di 12 12311 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 25 su 296

Discussione: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

  1. #1

    Predefinito L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - "Alitalia rimarra' un vettore nazionale che fara' viaggiare le persone nell'interesse nazionale". Lo ha detto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli a Sky Tg24. "Tra settembre e ottobre ci saranno importanti novita', di piu' non posso dire", ha aggiunto.


    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - 'La prima cosa da mettere in campo e' senza dubbio l'elaborazione di un piano industriale, a lungo termine di almeno 10 anni, che includa lo sviluppo del lungo raggio e del cargo, spesso dimenticato'. Lo afferma su Alitalia Fabrizio Cuscito, coordinatore nazionale del Trasporto Aereo della Filt Cgil aggiungendo che 'deve essere un piano che sia in grado di sostenere l'investimento iniziale che senza dubbio andra' fatto'. 'Come abbiamo piu' volte sostenuto - prosegue il dirigente nazionale - sarebbe una cosa positiva anche il 51% del capitale in mano pubblica. In ogni caso quello che serve e' una compagnia solida, stabile e competitiva che aumenti i ricavi e permetta il mantenimento del perimetro aziendale attuale, non dimenticando i lavoratori attualmente in cassa integrazione, e degli attuali livelli retributivi, evitando i fallimenti del passato. In Italia, nel trasporto aereo - afferma infine il sindacalista - sono presenti vere e proprie eccellenze, come i piloti ed i nostri centri di manutenzione tecnica, troppo rapidamente svenduti e lasciati fallire'.

  2. #2

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - "Alitalia rimarra' un vettore nazionale che fara' viaggiare le persone nell'interesse nazionale". Lo ha detto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli a Sky Tg24. "Tra settembre e ottobre ci saranno importanti novita', di piu' non posso dire.

    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - 'La prima cosa da mettere in campo e' senza dubbio l'elaborazione di un piano industriale, a lungo termine di almeno 10 anni, che includa lo sviluppo del lungo raggio e del cargo, spesso dimenticato'. Lo afferma su Alitalia Fabrizio Cuscito, coordinatore nazionale del Trasporto Aereo della Filt Cgil aggiungendo che 'deve essere un piano che sia in grado di sostenere l'investimento iniziale che senza dubbio andra' fatto'. 'Come abbiamo piu' volte sostenuto - prosegue il dirigente nazionale - sarebbe una cosa positiva anche il 51% del capitale in mano pubblica. In ogni caso quello che serve e' una compagnia solida, stabile e competitiva che aumenti i ricavi e permetta il mantenimento del perimetro aziendale attuale, non dimenticando i lavoratori attualmente in cassa integrazione, e degli attuali livelli retributivi, evitando i fallimenti del passato. In Italia, nel trasporto aereo - afferma infine il sindacalista - sono presenti vere e proprie eccellenze, come i piloti ed i nostri centri di manutenzione tecnica, troppo rapidamente svenduti e lasciati fallire'.

    Così, su due piedi, direi che manca solo “la pace nel mondo” e ci siamo.

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Dancrane
    Registrato dal
    Feb 2008
    residenza
    Milano
    Messaggi
    14,694

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    A colpi di 1 milione al giorno di costo per lo Stato per Ilva, e altrettanti per AZ, direi che possiamo fare con tutta calma. Fregandocene anche del fatto che l’1% di differenziale sullo spread post elezioni ci costa giusto qualche miliardino in più di spesa per interessi. E ancora nessuna norma è stata approvata dal Parlamento: anche lì, c’è tempo.
    Chissà se anche per AZ contano di convocare al tavolo anche Topolino e Nonna Papera (loro sì in maiuscolo!) perchè è giusto ascoltare tutti (e non decidere nulla). Sarà pure del cambiamento, ma al momento l’unica cosa di diverso è che non stanno decidendo assolutamente nulla.

  4. #4

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - "Alitalia rimarra' un vettore nazionale che fara' viaggiare le persone nell'interesse nazionale". Lo ha detto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli a Sky Tg24. "Tra settembre e ottobre ci saranno importanti novita', di piu' non posso dire", ha aggiunto.
    Ovviamente la sua amplissima esperienza nei trasporti, forte di anni di lavoro come assicuratore, gli ha permesso di capire che una 'compagnia di bandiera' è meglio, nell'interesse nazionale, di un mercato aperto, senza barriere, senza emissioni di denaro per sostenere vettori decotti o aeroporti inutili.

    Nel frattempo il Nostro parla di settembre-ottobre, che tradotto vorrà dire novembre.
    Are we there yet? Stories from the road.

  5. #5
    Senior Member L'avatar di geardown3green
    Registrato dal
    Jul 2011
    residenza
    Secondo anello di Saturno
    Messaggi
    2,828

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - "Alitalia rimarra' un vettore nazionale che fara' viaggiare le persone nell'interesse nazionale". Lo ha detto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli a Sky Tg24. "Tra settembre e ottobre ci saranno importanti novita', di piu' non posso dire", ha aggiunto.


    (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 lug - 'La prima cosa da mettere in campo e' senza dubbio l'elaborazione di un piano industriale, a lungo termine di almeno 10 anni, che includa lo sviluppo del lungo raggio e del cargo, spesso dimenticato'. Lo afferma su Alitalia Fabrizio Cuscito, coordinatore nazionale del Trasporto Aereo della Filt Cgil aggiungendo che 'deve essere un piano che sia in grado di sostenere l'investimento iniziale che senza dubbio andra' fatto'. 'Come abbiamo piu' volte sostenuto - prosegue il dirigente nazionale - sarebbe una cosa positiva anche il 51% del capitale in mano pubblica. In ogni caso quello che serve e' una compagnia solida, stabile e competitiva che aumenti i ricavi e permetta il mantenimento del perimetro aziendale attuale, non dimenticando i lavoratori attualmente in cassa integrazione, e degli attuali livelli retributivi, evitando i fallimenti del passato. In Italia, nel trasporto aereo - afferma infine il sindacalista - sono presenti vere e proprie eccellenze, come i piloti ed i nostri centri di manutenzione tecnica, troppo rapidamente svenduti e lasciati fallire'.
    Quindi ricapitoliamo, Alitalia viene protetta al 51% dal Governo,serve per portare più turisti in Italia ( così ha detto qualche scienziato ).... si comprano più aerei , tutti sono felici e contenti , i contratti di lavori mai toccatii ( per fortuna ) motivo per cui l'Azienda è anche andata in AS dopo il famoso referendum.

    I debiti passati in cavalleria......e gli altri vettori italiani che fanno / faranno ?

    Falliranno forse, perché un'Alitalia fallita che non Può fallire farà concorrenza ( tanto i debiti non si pagano ) a quel poco che è rimasto in Italia , fermo restando che le low cost ovviamente non si toccano .

    Quindi alla fine ci saranno ....altre Alilalie........

    È questa la strategia del governo ?
    ......Not in my backyard. (the Italian way for a good lifestyle)......

  6. #6

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    Quote Originariamente inviato da geardown3green Visualizza il messaggio

    Quindi alla fine ci saranno ....altre Alilalie........

    È questa la strategia del governo ?
    E' prevista la creazione di una "Alitaliona" grazie alla fusione di AZ con Mistral, Neos, BPA ed AirItaly.
    Dopo lunghi studi, i nostri hanno rilevato incredibili analogie tra queste aziende: tutte utilizzano degli strani oggetti simili a grossi tubi di metallo con attaccate un paio d'ali. Inoltre si sono resi conto che non appena i motori di questi grossi "tubi" vengono accesi, fanno rumore. E lo fanno in tutte le compagnie!
    Di fronte a tanta evidenza, le sinergie possibili in questa operazione sono subito emerse con prepotenza.
    Vista la palese potenzialità del nuovo colosso, il piano industriale è stato opportunamente battezzato "Surrounding the World".
    In bocca al lupo.
    Ciao

  7. #7
    Amministratore L'avatar di enrico
    Registrato dal
    Jan 2008
    residenza
    Rapallo, Liguria.
    Messaggi
    13,961

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    Quote Originariamente inviato da belumosi Visualizza il messaggio
    E' prevista la creazione di una "Alitaliona" grazie alla fusione di AZ con Mistral, Neos, BPA ed AirItaly.
    Dopo lunghi studi, i nostri hanno rilevato incredibili analogie tra queste aziende: tutte utilizzano degli strani oggetti simili a grossi tubi di metallo con attaccate un paio d'ali. Inoltre si sono resi conto che non appena i motori di questi grossi "tubi" vengono accesi, fanno rumore. E lo fanno in tutte le compagnie!
    Di fronte a tanta evidenza, le sinergie possibili in questa operazione sono subito emerse con prepotenza.
    Vista la palese potenzialità del nuovo colosso, il piano industriale è stato opportunamente battezzato "Surrounding the World".
    In bocca al lupo.
    Dimenitichi le scie chimiche in sinergia con Big Pharma.

  8. #8

    Predefinito Re: Thread Alitalia - Luglio 2018

    Quote Originariamente inviato da geardown3green Visualizza il messaggio
    È questa la strategia del governo ?
    Come dice il ministro, quella di far viaggiare gli italiani nell'interesse nazionale (non nell'interesse puro e semplice di fare profitti, sia chiaro). Si va, purtroppo, verso l'ennesima follia di mantenere in piedi Alitalia a tutti i costi, cambiano i governi ma non il modus operandi. L'ho detto svariate volte: il treno lo si è perso durante l'era Prodi (ed il mancato passaggio ad AF), forse l'unico esecutivo che voleva veramente disfarsene.

    G

  9. #9
    Amministratore L'avatar di enrico
    Registrato dal
    Jan 2008
    residenza
    Rapallo, Liguria.
    Messaggi
    13,961

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    A questo punto se Toninelli è intelligente sino in fondo prende un centinaio di 380: volete mettere modo migliore di sviluppare il nostro turismo ed interesse nazionale!!!!!

  10. #10

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Ennesimo accanimento terapeutico a danno dei contribuenti. Alitalia ha più vite dei gatti.

  11. #11

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da enrico Visualizza il messaggio
    A questo punto se Toninelli è intelligente sino in fondo prende un centinaio di 380: volete mettere modo migliore di sviluppare il nostro turismo ed interesse nazionale!!!!!
    Ora cambiano l’appuntamento: da vedere un 773 a prendere un po’ di 380 in esubero da Emirates. Uno in livrea Toninelli

  12. #12
    Junior Member L'avatar di picchio
    Registrato dal
    Oct 2009
    residenza
    Marche
    Messaggi
    338

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Hanno bloccato la fusione tra Ferrovie Anas per cui potrebbero avere in mente un’ammucchiata a tre anziché una cosa tradizionale a due.
    Il tutto con i soldi di Cassa Depositi e Prestiti.
    Altre poltrone su cui piazzare altri egregi inetti.
    Bene, aspettiamo novembre.

  13. #13
    Senior Member
    Registrato dal
    Dec 2007
    residenza
    Prov. BR, Puglia
    Messaggi
    2,956

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    I pentastellati & Cie. stanno per caso studiando un piano per sbattere fuori FR e le altre LC dall'Italia per lasciare tutto in mano ad AZ?
    Francesco

  14. #14
    Moderatore L'avatar di Dancrane
    Registrato dal
    Feb 2008
    residenza
    Milano
    Messaggi
    14,694

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da Discusfra Visualizza il messaggio
    I pentastellati & Cie. stanno per caso studiando un piano per sbattere fuori FR e le altre LC dall'Italia per lasciare tutto in mano ad AZ?
    Non ne sono capaci. Studiare e piano sono termini incomprensibili ancorchè inconciliabili. Siamo sull’orlo del precipizio, e ci dicono di fare un passo avanti.

  15. #15
    Amministratore L'avatar di enrico
    Registrato dal
    Jan 2008
    residenza
    Rapallo, Liguria.
    Messaggi
    13,961

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da Discusfra Visualizza il messaggio
    I pentastellati & Cie. stanno per caso studiando un piano per sbattere fuori FR e le altre LC dall'Italia per lasciare tutto in mano ad AZ?
    Pare che in Sicilia stiano per sganciare un bel cinquantello (de mijioni) per TPS e CIY, dunque mi sa che c'è n'è per tutti. Tanto i soldi sono nostri, mica di Grillo o della Casaleggio srl. Per parafrasare un noto statista, la pacchia sta per cominciare.

  16. #16
    Senior Member
    Registrato dal
    Dec 2007
    residenza
    Prov. BR, Puglia
    Messaggi
    2,956

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da enrico Visualizza il messaggio
    Pare che in Sicilia stiano per sganciare un bel cinquantello (de mijioni) per TPS e CIY, dunque mi sa che c'è n'è per tutti. Tanto i soldi sono nostri, mica di Grillo o della Casaleggio srl. Per parafrasare un noto statista, la pacchia sta per cominciare.
    Allora questi vogliono la botte piena e la moglie ubriaca... Mah!

  17. #17
    Senior Member L'avatar di vipero
    Registrato dal
    Oct 2007
    residenza
    .
    Messaggi
    3,833

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Dov'è che si mandano i cv?

  18. #18
    Socio 2015
    Registrato dal
    Oct 2006
    residenza
    Londra.
    Messaggi
    15,150

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da enrico Visualizza il messaggio
    Pare che in Sicilia stiano per sganciare un bel cinquantello (de mijioni) per TPS e CIY, dunque mi sa che c'è n'è per tutti. Tanto i soldi sono nostri,
    Che vuoi che sia, sono quattro copechi.

  19. #19
    Amministratore L'avatar di enrico
    Registrato dal
    Jan 2008
    residenza
    Rapallo, Liguria.
    Messaggi
    13,961

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da AZ209 Visualizza il messaggio
    Che vuoi che sia, sono quattro copechi.
    C'hai ragione.
    Alla fine fine è un terzo del risparmio sull Air Force Renzi!!1!1!

  20. #20
    Member
    Registrato dal
    Jul 2009
    residenza
    padova
    Messaggi
    529

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da Discusfra Visualizza il messaggio
    I pentastellati & Cie. stanno per caso studiando un piano per sbattere fuori FR e le altre LC dall'Italia per lasciare tutto in mano ad AZ?
    Voteranno online le proposte e chi prende al meno 20 click vince oppure faranno un sorteggio come dice Luigino

  21. #21
    Member
    Registrato dal
    Jul 2009
    residenza
    padova
    Messaggi
    529

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da vipero Visualizza il messaggio
    Dov'è che si mandano i cv?
    Sei onesto? Potresti essere anche maccellaio, ma se sei onesto ti fanno primario di chirurgia o ministro della sanita o agricoltura.

  22. #22
    Senior Member L'avatar di maxlanz
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    VRN
    Messaggi
    2,037

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Quote Originariamente inviato da FLR86 Visualizza il messaggio
    Ennesimo accanimento terapeutico a danno dei contribuenti. Alitalia ha più vite dei gatti.
    Più che altro sembra uno di quei film horror degli anni passati, tipo La Casa, dove quando sembra finita ecco una nuova scena raccapricciante e poi ancora e così via e quando il film è finito arrivano i sequel.

    Ciao
    Massimo
    Ricordiamoci di prendere i croccantini per i voli domestici o la turbolenza severa ci mette in castigo.

  23. #23
    Member L'avatar di i-ffss
    Registrato dal
    Aug 2010
    residenza
    LIMF
    Messaggi
    1,199

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Alitalia è morta, evviva Alitalia. Manco silvione nel 2007 era arrivato a tanto! che fighi che sono questi qua. se non fosse che diamo il giro sarebbe un film bellissimo a cui assistere con gioia.
    "I wanna fly like a bird in the sky just you and I"

  24. #24
    Socio 2015
    Registrato dal
    Oct 2006
    residenza
    Londra.
    Messaggi
    15,150

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Alitalia e l'egualitarismo in aria

    Andare in vacanza con Alitalia vuol dire prendere un volo di stato. Siamo tutti élite a spese nostre

    Roma. Ora che il M5s ha rottamato l “Air Force Renzi” come andrà il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, da Donald Trump? A pensarci bene, sarà sempre un volo di stato anche se prenderà un volo di linea Alitalia dato che la compagnia aerea commissariata ha speso 122 euro per ogni 100 guadagnati nel corso del primo semestre.

    Alitalia ha perso mezzo miliardo di euro da quando è tornata sotto le ali dello stato, tramite il commissariamento del maggio del 2017. Nei soli primi sei mesi dell’anno, Alitalia ha perso 315 milioni di euro, circa 185 milioni di euro in più rispetto all’ultimo bilancio disponibile (nel primo semestre 2015 il vettore aveva perso 130 milioni di euro), ma chiaramente molto meno rispetto al primo semestre dello scorso anno quando l’azienda ha portato i libri in Tribunale. Il prestito ponte di 900 milioni di euro – che molto probabilmente la Commissione europea sarà costretta a consideralo aiuto di stato, perché non risponde ai criteri di aiuto temporaneo – andrà quasi del tutto perso e l’ex vettore di bandiera costerà dunque altri soldi al contribuente italiano.

    Il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Armando Siri, ha infatti annunciato che il vettore rimarrà in mano allo stato italiano e che nel caso ci potranno essere dei partner stranieri. Ha lasciato intendere che esiste un piano per “salvare” la compagnia con i soldi pubblici, magari tramite la Cassa depositi prestiti o le Ferrovie dello Stato. Questo annuncio, dopo anche le affermazioni del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, indicano che c’è di fatto un azzeramento del processo di vendita partito nel momento in cui i commissari hanno preso in mano la compagnia nel maggio del 2017. Un processo che è andato troppo per lunghe, nonostante vi fossero alcuni player europei interessati. In particolare Lufthansa ha sempre fatto capire che Alitalia poteva rientrare nella sua strategia multi-hub, integrando il vettore (ormai regionale) al suo network così come successo in passato per Swiss, Austrian o Brussels Airlines. Easyjet è invece interessata agli slot di Milano Linate e al corto-medio raggio, perché proprio su Milano (il mercato più ricco insieme a Roma Fiumicino) potrebbe diventare l’attore dominante visto che possiede già quasi il 40 per cento del traffico su Milano Malpensa. Alitalia ha infatti ancora il 60 per cento del mercato a Linate, il city airport di Milano, particolarmente ricco grazie il traffico business. L’ex vettore di bandiera è ormai una compagnia non più così importante per il trasporto aereo italiano, come invece lo era anche solo dieci anni fa. Per esempio la quota di mercato dei passeggeri internazionali da e per l’Italia di Alitalia è ormai all’8,5 per cento, contro il 22,3 per cento di Ryanair, il 12,1 di Easyjet e l’8,6 per cento del gruppo Lufthansa.

    Perché dunque nazionalizzare per l’ennesima volta il vettore italiano? A chi importa nel trasporto aereo moderno l’italianità di una compagnia? Se analizziamo il mercato aereo italiano dal 1997 (anno della liberalizzazione europea) ad oggi è cresciuto di quasi tre volte: da 53 milioni a oltre 150 milioni di passeggeri l’anno, secondo nostre stime. E’ bene piuttosto ridurre le tasse settoriali per cercare di dare ulteriore impulso al trasporto aereo e connettere al meglio il nostro paese. Tuttavia le connessioni, in un mercati quale quello europeo, possono essere fatte da tutte le compagnie europee mentre Alitalia è ormai un nano nel mercato europeo, con circa il 2 per cento della quota di mercato a livello continentale. Ryanair e il Gruppo Lufthansa trasporteranno quasi 7 volte il numero di passeggeri dell’ex vettore italiano nel 2018 e ormai è impossibile credere che un recupero sia possibile anche tramite l’aiuto del contribuente. Gli investimenti necessari per Alitalia sarebbero nell’ordine di 4-5 miliardi di euro anche perché è bene ricordare che ogni singolo aereo a lungo raggio costa circa 300 milioni di dollari (questo è il prezzo di listino per il miglior aereo a lungo raggio sul mercato, il Dreamliner). Una cifra monstre anche per Ferrovie dello Stato o per i risparmiatori postali italiani. Nell’ultimo decennio sono stati spesi quasi 10 miliardi di euro tra salvataggi, cassa integrazione speciale, investimenti e nonostante questo l’azienda ha un valore molto vicino a zero.

    E’ davvero così sicuro il governo di avere considerato la situazione competitiva di Alitalia nel suo complesso? E’ dunque necessario continuare a spendere soldi per un’Alitalia pubblica?

    https://www.ilfoglio.it/economia/201...n-aria-208084/

  25. #25
    Socio 2015 L'avatar di bluewaves
    Registrato dal
    Jul 2010
    residenza
    VCE-TSF
    Messaggi
    933

    Predefinito Re: L’Alitalia di Toninelli - La nazionalizzazione

    Fiato sprecato. Non c'è una - dico una sola! - ragione logica per rinazionalizzare Alitalia. Inutile, quindi, continuare a contrapporre argomentazioni logiche contro chi ha fatto della politica "urlata" a suon di slogan il suo mestiere.
    The easiest way to become a millionaire is to start out a billionaire then go into the airline business - Richard Branson

Pagina 1 di 12 12311 ... ultimoultimo

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 8 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 8 ospiti)

Discussioni simili

  1. Risposte: 81
    Ultimo messaggio: 8th April 2013, 16: 16
  2. Sea-Alitalia, tribunale Busto Arsizio respinge eccezioni Alitalia
    Da malpensante nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 22nd July 2008, 20: 58
  3. Nazionalizzazione in vista per Aerolinas Argentinas
    Da Roma Radar nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12th May 2008, 18: 50
  4. Alitalia Express confluirà in Alitalia
    Da I-DAVE nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 12th September 2007, 23: 52

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •