Pagina 21 di 21 primaprima ... 11192021
Visualizzazione dei risultati da 501 a 508 su 508

Discussione: Thread Alitalia da ottobre 2018

  1. #501
    Socio 2015
    Registrato dal
    Oct 2006
    residenza
    Londra.
    Messaggi
    15,370

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    Quote Originariamente inviato da JmLa Visualizza il messaggio
    Secondo me gli esempi che Alitalia dovrebbe seguire sono diversi. Il corto raggio potrebbe seguire un modello Iberia (perfettamente rilanciata) o Aer Lingus (efficiente per il tipo di mercato a cui è rivolto).
    Facile a dirsi. Fanno entrambe parte di un gruppo (IAG) che ha prima applicato mannaie fregandosene dei rispettivi governi e sindacati, e adesso de facto controlla le loro rispettive flotte ed i relativi piani di sviluppo e crescita. Il tutto mettendo gente con le contropalle che di aviation ci capisce.

    AZ e' in una situazione diametralmente opposta. Nazionalizzata, forzata ad unirsi a Trenitalia (poveri loro), abbandonata dai partner commerciali (AFKL), sotto il controllo di un governo di assoluti inetti contornati da "esperti" del calibro di Giulia Lupo e der professore.

    Diciamo francamente che non esiste alcun presupposto per poter provare a fare come IB o EI.

  2. #502

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    Quote Originariamente inviato da AZ209 Visualizza il messaggio
    Facile a dirsi. Fanno entrambe parte di un gruppo (IAG) che ha prima applicato mannaie fregandosene dei rispettivi governi e sindacati, e adesso de facto controlla le loro rispettive flotte ed i relativi piani di sviluppo e crescita. Il tutto mettendo gente con le contropalle che di aviation ci capisce.

    AZ e' in una situazione diametralmente opposta. Nazionalizzata, forzata ad unirsi a Trenitalia (poveri loro), abbandonata dai partner commerciali (AFKL), sotto il controllo di un governo di assoluti inetti contornati da "esperti" del calibro di Giulia Lupo e der professore.

    Diciamo francamente che non esiste alcun presupposto per poter provare a fare come IB o EI.
    Quoto.
    Il modello che sembra voler uscire da questo papocchio è un ibrido mai tentato, con U2 e TreMitalia che fanno feed (a FCO? a MXP? Chi può dirlo) per un LR rafforzato con alcune macchine prese qui e là sul mercato e gestite con DL, LIN passato in toto a U2 (che si farebbe concorrenza in casa fra i due aeroporti milanesi) e così pure il resto del poco p2p che resta.

  3. #503
    Junior Member L'avatar di Beppe74
    Registrato dal
    Dec 2014
    residenza
    Difficile Stabillirlo!
    Messaggi
    118

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018


  4. #504

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    Quote Originariamente inviato da JmLa Visualizza il messaggio
    Secondo me gli esempi che Alitalia dovrebbe seguire sono diversi. Il corto raggio potrebbe seguire un modello Iberia (perfettamente rilanciata) o Aer Lingus (efficiente per il tipo di mercato a cui è rivolto). La domanda è capire la fine di cityliner in questo contesto. Sul lungo rqggio, con 2 miliardi non si potrà fare un enorme rilancio della flotta. Una cosa sensata a mio avviso potrebbe essere prendere 5/6 b777/300er da aumentare la capienza, e il denaro rimanente, essere utilizzato per migliorare il prodotto esistente. Sbaglio o alcuni 777 non hanno ancora un ife datato anni 2010? In due o tre anni poi pensare ad avviare la sostituzione degli aerei più vecchi. Oppure passare direttamente a un ordine di nuove macchine (una decina come minimo) lasciando a terra le più vecchie. Vi sembra sensato?
    Ragionando per ipotesi, come già ho evidenziato precedentemente l'opzione di utilizzare il COA cityliner per il ptp low cost potrebbe avere senso a patto che non ci siano limiti rispetto al tipo di macchine da utilizzare. In questo caso rimarrebbe il problema del personale di volo AZ che mai accetterebbe di passare al contratto Cityliner (perché fare LC con personale AZ è un suicidio come già visto con AP). Bisogna anche vedere il surplus di personale che evidentemente viene fuori dalla mainline nonostante un aumento robusto del lungo raggio ma una necessaria dismissione o esternalizzazione alla branca LC di una certa parte del corto-medio raggio sull'esempio di quanto fatto da IB.
    Riguardo alla flotta AZ non utilizzerà la dotazione di capitale per acquistare nuove macchine, nel progetto di nazionalizzazione c'è l'utilizzo di CDP o direttamente come finanziatore o attraverso una nuova società lessor (immagino sul modello dei lessor irlandesi utilizzati nel passato da AP o AZ stessa per l'acquisto e finanziamento delle macchine). Il piano flotta credo debba essere di largo respiro e fondato al completo rinnovamento o quasi della flotta (in ogni caso credo vadano a rivisitare completamente la flotta per cercare di ridurne i costi) in orizzonte temporale basato su step di programmazione a breve, medio lungo termine che sono poi gli step necessari per effettuare un ordine mirato ai costruttori e ottenere prezzi buoni che permettano di ridurre i costi della flotta.

  5. #505
    Member L'avatar di BrunoFLR
    Registrato dal
    Jun 2011
    residenza
    Firenze
    Messaggi
    672

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    Quote Originariamente inviato da Farfallina Visualizza il messaggio
    Non vedo come CS possa pensare di aver voce in capitolo da socio di minoranza, tantopiù con questo governo. Il passato dovrebbe insegnare, un secondo dopo la firma diventerebbero dei cattivoni incapaci qualunque decisione non gradita...
    Se Totò ha venduto la fontana di Trevi er bibbitaro forse riesce a vendere Alitalia.
    Peccato però che quello era un film.

    Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

  6. #506

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    Quote Originariamente inviato da BrunoFLR Visualizza il messaggio
    Se Totò ha venduto la fontana di Trevi er bibbitaro forse riesce a vendere Alitalia.
    Peccato però che quello era un film.

    Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
    Tutto è possibile, ma personalmente credo che una quota in mano a LH sia difficile diversi punti:
    - I tedeschi vorrebbero comandare ma non possono non sapere che non glielo lascerebbero fare, nemmeno forti di patti parasociali. L'operazione di acquisto progressivo gli è riuscita con Brussel Airlines, ma non credo che Giggino e soci possano consentirlo.
    - Le operazioni per il rinnovo della JV Atlantica intraprese dai commissari fanno presagire che non ritengono possibili chance con LH che giocoforza dovrebbe prevedere l'uscita da Skyteam e dalla JV Atlantica, troppo centrale LH nella propria alleanza-JV.
    - Uno sviluppo del LR (necessario se non si vogliono prendere in considerazione migliaia di esuberi, Giggino si è spinto a dire che saranno 0) è maggiormente accettabile da un partner extra UE, come potrebbero essere Delta o China Eastern pensando agli altri nomi fatti dai giornalisti piuttosto che da LH che per federare un hub AZ dovrebbe rinunciare a instradare i pax verso i propri hub di lingua tedesca.

  7. #507

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    L’ipotesi è che si possa partire con una dotazione inferiore a quella stimata dal ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio, di 1,5-2 miliardi. Per entrare nel capitale di Alitalia al 100% potrebbero bastare anche 600-700 milioni. Gli analisti di Mediobanca stanno ragionando con i vertici di Ferrovie dello Stato sui numeri dell’operazione. Le prime stime non sembrano così preoccupanti, anche perché Alitalia pur continuando a perdere soldi per un modello industriale non più adeguato, ha avuto un anno e mezzo di buona gestione. Ecco perché si ragiona sull’unica alternativa possibile anche per la volontà politica sottostante.


    Ferrovie dello Stato entrerebbe al 100% di Alitalia, come anticipato dal Messaggero, perché il tempo stringe e le obiezioni del ministero del Tesoro, guidato da Giovanni Tria, alla conversione del prestito-ponte da 900 milioni sono condivise anche dalla Commissione Ue. Da Bruxelles fanno trapelare che l’ingresso diretto del Tesoro non sarebbe giustificabile per la normativa Ue. Ferrovie potrebbe invece concepirla perché sta sul mercato, ha collocato 4 miliardi di obbligazioni, a patto che individui a breve un partner industriale in grado di finanziare gli investimenti sugli aerei a lungo raggio. La vera scadenza semmai è quella del 15 dicembre, data entro la quale c’è da rimborsare oltre un miliardo allo Stato, considerando anche gli interessi. L’azienda ha incontrato i sindacati del trasporto chiedendo un’ulteriore proroga della cassa integrazione per 1750 addetti.


    Corriere della Sera

  8. #508

    Predefinito Re: Thread Alitalia da ottobre 2018

    Zero euro dello Stato in Alitalia”. E’ il mantra che si ascolta in questi giorni fra chi nel governo segue il dossier della compagnia aerea.

    Zero euro dello Stato? Ma di chi è Fs? Dello Stato, ovvero dal ministero dell’Economia. E saranno proprio le Ferrovie ora guidate dal nuovo amministratore delegato, Gianfranco Battisti, ad andare in soccorso di Alitalia.

    ECCO IL PIANO DEL GOVERNO SU ALITALIA

    Il piano in fieri dell’esecutivo prevede questo, secondo le indiscrezioni raccolte da Start Magazine: smantellamento della strategia dei passati governi di vendere Alitalia a un gruppo straniero; critiche alla gestione dei commissari voluti dal precedente governo; offerta di Ferrovie Italiane entro la fine del mese sul 100% di Alitalia; ed entro la fine dell’anno un consorzio di Fs con un partner industriale in minoranza (e forse con una partecipazione del Mef) che dia una configurazione stabile all’assetto azionario della compagnia aerea.

    IL DOSSIER PRESTITO-PONTE PER ALITALIA

    Le critiche serrate ai passati governi in queste ore si concentrano dal punto di vista tecnico sulle modalità del prestito-ponte, anche sulla base delle ultime dichiarazioni dei commissari che non sono state accolte per nulla con favore negli ambienti del governo.

    I COMMISSARI NEL MIRINO DEL GOVERNO

    Il commissario di Alitalia, Luigi Gubitosi ha detto che ci sono ancora in cassa, oppure depositati in garanzia, 770 milioni, dei 900 iniziali del finanziamento deciso dal governo a guida Pd. Ma l’importo da restituire allo Stato – secondo i tecnici – non si limita ai 900 milioni ma include anche l’interesse, al tasso di circa il 10%, per l’anno e mezzo di durata del prestito, per una somma totale che si avvicinerà a fine anno ai 1.030 milioni.

    I DUBBI E GLI INTERROGATIVI

    I dubbi del governo (sono stati pagati gli interessi sul prestito?) sono stati suffragati dai rilievi giunti con una lettera da parte della Commissione europea: “Se uno Stato è creditore e rinuncia o non rivendica gli interessi dovuti sul prestito, tale comportamento potrebbe comportare un aiuto di Stato”, ha messo per iscritto la commissaria Margrethe Vestager,

    CHE COSA FARANNO LE FERROVIE IN ALITALIA

    La tempistica delle prossime mosse del governo Conte è la seguente: entro la fine di ottobre, sarà formalizzata l’offerta di Ferrovie per rilevare il 100% di Alitalia (mentre molti economisti esperti di trasporti, come Andrea Giuricin, criticano la bontà industriale del connubio), ed entro la fine del mese si darà un assetto azionario stabile con un partner industriale (oggi il Messaggero scrive dell’ipotesi Lufthansa o Delta) e una società del Mef (Cdp o una sua controllata, ma lo statuto della Cassa lo impedisce, quindi la Cdp potrebbe figurare come finanziatrice della compagnia) o direttamente il Tesoro (se verranno superate le perplessità delle strutture di vertice del dicastero condivise dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria).

    Il nodo del contendere sarebbe in particolare la possibilità di convertire in azioni parte del prestito ponte. Da Bruxelles fanno trapelare – ha scritto oggi il Corriere della Sera – che l’ingresso diretto del Tesoro non sarebbe giustificabile per la normativa Ue.

    https://www.startmag.it/smartcity/al...rovie-governo/

Pagina 21 di 21 primaprima ... 11192021

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 3 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 3 ospiti)

Discussioni simili

  1. Thread Alitalia - Giugno 2018
    Da AZ209 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 183
    Ultimo messaggio: 30th June 2018, 14: 53
  2. Thread Alitalia - Maggio 2018
    Da EI-MAW nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 579
    Ultimo messaggio: 6th June 2018, 15: 22
  3. Thread Alitalia - Aprile 2018
    Da aless nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 300
    Ultimo messaggio: 30th April 2018, 16: 48
  4. Thread Alitalia - Febbraio 2018
    Da Edoardo nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 896
    Ultimo messaggio: 1st March 2018, 12: 59
  5. Thread Alitalia - Gennaio 2018
    Da 13900 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 1311
    Ultimo messaggio: 30th January 2018, 19: 56

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •