Pagina 11 di 13 primaprima ... 910111213 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 251 a 275 su 320

Discussione: Nuova continuità territoriale sarda

  1. #251
    Member
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    .
    Messaggi
    1,758

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    o signur d'amur aces....

    Continuità territoriale: Air Italy e Alitalia verso la collaborazione

    Olbia, 17 marzo 2019 – Quella di oggi è stata una giornata intensa sul fronte della mediazione e delle riunioni: a Roma, il presidente della Regione Christian Solinas ha cercato di sbrogliare la matassa ingarbugliatissima della vertenza Air Italy abbinata alla continuità territoriale insieme al sottosegretario Siri.
    Dopo un vero e proprio conclave, durante il quale le due compagnie si sono parlate e confrontate, pare che si sia giunti a un punto fermo: Air Italy e Alitalia sarebbero disponibili a collaborare nella gestione dei voli fino al 5 maggio.
    In più, le due aziende si sarebbero impegnate a produrre un gentleman’s agreement per arrivare, possibilmente senza scossoni, alla pubblicazione del nuovo bando.
    Il traguardo finale, ovvero la stabilità del sistema e la salvaguardia dei posti di lavoro, non è stato ancora raggiunto ma si sta lavorando affinché entrambe le compagnie possano vivere, convivere e avere meno problemi possibile.

    “Abbiamo riaperto il dialogo con i vettori aerei ed individuato un percorso per assicurare il diritto alla mobilità sulle rotte da e per Olbia in regime di continuità territoriale e scongiurare i paventati licenziamenti in attesa di una definizione più puntuale dei ruoli operativi dei due vettori”, ha dichiarato Solinas.

    “Siamo tutti impegnati, in queste ore, a limitare i disagi per le migliaia di passeggeri che hanno prenotato voli per il periodo pasquale e rischiavano di restare completamente a terra per il grande pasticcio che abbiamo ereditato – ha proseguito il presidente. Al momento permangono alcune criticità per i giorni di massima intensità del traffico aereo, – ha quindi concluso il capo dell’esecutivo – , nei quali la riprotezione di tutti i passeggeri da Roma e Milano verso Olbia è condizionata al materiale riposizionamento di ulteriori aeromobili, sul quale attualmente stanno lavorando i gruppi tecnici delle due compagnie”.

    https://www.olbia.it/continuita-terr...pclnDhdLCJLpjI

  2. #252

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da Betha23 Visualizza il messaggio
    Se lo hanno fatto apposta sono dei geni !!!

  3. #253

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Niente voli Air Italy in continuità territoriale da Olbia per Roma Fiumicino e Milano Linate: gli unici collegamenti autorizzati sugli aerei dell'ex Meridiana sono quelli con i passeggeri riprotetti da Alitalia perchè i suoi voli erano già pieni. Il vettore sardo qatariota cede dunque il passo nella sua base di Olbia all'ex compagnia di bandiera, che sta viaggiando a pieno regime sul Costa Smeralda in attesa di capire se le due società troveranno un accordo per spartirsi i collegamenti senza compensazioni economiche. Il termine ultimo per un'intesa è fissato per il 5 maggio prossimo.

    Air Italy, nel frattempo, sta puntando sempre più sulle connessioni con l'hub di Malpensa. Da Olbia si può raggiungere lo scalo lombardo già a maggio con tariffa solo andata a partire da 24 euro. Sulla vicenda dello scalo del Costa Smeralda rimane alta l'attenzione dei sindacati. Il segretario della Filt Cgil Arnaldo Boeddu va di nuovo all'attacco.

    "La Sardegna sta seriamente rischiando di perdere una realtà aeronautica che ha fatto sì che nell'isola ci fossero piloti, comandanti, assistenti di volo, tecnici e impiegati. E non solo camerieri per tre mesi all'anno. Il danno che potrebbe realizzarsi, qualora la politica non assolvesse al proprio ruolo, andrebbe ben oltre la perdita di circa 600 posti di lavoro e relative buste paga - ribadisce Boeddu - La Sardegna perderebbe l'opportunità di mantenere vive una serie di attività che, una volta andare via, difficilmente ritorneranno".

    ANSA

  4. #254
    Member L'avatar di lollomz
    Registrato dal
    Feb 2006
    residenza
    Monza, Lombardia.
    Messaggi
    698

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Mi sembra di vedere su Flightradar24 che oggi, ad esempio, da LIN ad OLB volano sia Alitalia che Air Italy, quindi di fatto ci sono due vettori sullo scalo da LIN, corretto?
    TRIJETS LOVER


  5. #255
    Junior Member
    Registrato dal
    Jul 2009
    residenza
    Dublino
    Messaggi
    314

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da lollomz Visualizza il messaggio
    Mi sembra di vedere su Flightradar24 che oggi, ad esempio, da LIN ad OLB volano sia Alitalia che Air Italy, quindi di fatto ci sono due vettori sullo scalo da LIN, corretto?
    Flightradar24 secondo me non e' aggiornato! Se vai a vedere sul sito dell'aeroporto di OLB, o anche LIN, non c'e' traccia di voli IG sulla rotta.

  6. #256
    Member L'avatar di lollomz
    Registrato dal
    Feb 2006
    residenza
    Monza, Lombardia.
    Messaggi
    698

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Ok grazie!
    TRIJETS LOVER


  7. #257

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Ieri, 25 aprile, per la prima volta in 50 anni nessun volo con la sigla IG (che ha identificato Alisarda, Meridiana e Air Italy) è decollato o atterrato su Olbia.
    Stop che arriva dopo una graduale riduzione dei voli del vettore dal e per l'aeroporto Costa Smeralda.
    Si attende il 5 maggio, data fissata per raggiungere un nuovo accordo con la Regione.
    Il servizio del Tg di Videolina.

    https://www.unionesarda.it/video/vid...52-872155.html

  8. #258
    Member L'avatar di Viking
    Registrato dal
    Aug 2009
    residenza
    Milano
    Messaggi
    1,829

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    Ieri, 25 aprile, per la prima volta in 50 anni nessun volo con la sigla IG (che ha identificato Alisarda, Meridiana e Air Italy) è decollato o atterrato su Olbia.
    Stop che arriva dopo una graduale riduzione dei voli del vettore dal e per l'aeroporto Costa Smeralda.
    Si attende il 5 maggio, data fissata per raggiungere un nuovo accordo con la Regione.
    Il servizio del Tg di Videolina.

    https://www.unionesarda.it/video/vid...52-872155.html
    Giorno della liberazione di IG dalla Sardegna.

  9. #259

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Dal proprio sito web, Air Italy ha rimesso in vendita i voli OLB-LIN-OLB dal 16 Maggio compreso......nessun volo invece per OLB-FCO-OLB.....

  10. #260
    Socio 2015
    Registrato dal
    Oct 2006
    residenza
    Londra.
    Messaggi
    16,133

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Continuità, Air Italy e Alitalia dialogano: soluzione vicina per le rotte su Olbia

    “Su Olbia abbiamo fatto un investimento, abbiamo del personale lì. Teniamo a queste persone e vogliamo proteggerle. Così come vogliamo proteggere il nostro investimento”. Sono le parole di Rossen Dimitrov, chief operating officer di Air Italy, che a margine della presentazione del volo Malpensa-Toronto, ieri a Milano, ha parlato con i giornalisti di settore sulla complicata situazione delle rotte in continuità territoriale dall’aeroporto di Olbia. “Per questi stessi motivi i nostri azionisti avevano deciso di operare le rotte senza compensazione, anche mettendo in conto delle perdite – ha proseguito il responsabile del vettore per il 49 per cento di proprietà di Qatar Airways -, ma poi è arrivata la medesima decisione da parte di Alitalia, cioè di volare da Olbia senza compensazioni”. Poi il tentativo di mediazione da parte della Regione.

    Il riferimento è al ‘pasticcio’ dei voli in continuità territoriale tra Olbia, Linate e Fiumicino, per i quali entrambi i vettori avevano dato la propria disponibilità senza oneri di compensazione, in attesa che si ridefinissero le regole per le assegnazioni. Air Italy aveva poi fatto marcia indietro, paventando rischi di grosse perdite con una doppia presenza, ma alzando al contempo i timori di un disimpegno dalla base di Olbia, dove lavorano 500 persone.

    Nelle parole di Dimitrov, riportate da TravelQuotidiano e Ttg Italia, si legge una nuova opportunità per arrivare presto a una soluzione. “Con Alitalia stiamo dialogando in maniera civile. Abbiamo deciso di confrontarci a porte chiuse dopo le polemiche degli ultimi tempi e cercare di trovare una soluzione condivisa anche con la Regione Sardegna. Abbiamo incontrato sia il chief business officer del vettore di bandiera sia uno dei commissari e questi colloqui sono stati davvero soddisfacenti. Per questo credo che nei prossimi sette o dieci giorni saremo in grado di capire quale sarà il nostro futuro”.

    Dimitrov parla di uno spiraglio: “Dobbiamo comunque considerare che ci dovrà essere un’approvazione governativa, un accordo con la Regione su termini e condizioni in cui operare e un aeromobile, che quando sono mutate le condizioni abbiamo dovuto spostare. Nel frattempo abbiamo riprotetto i nostri passeggeri fino al 15 maggio. Noi non vogliamo lasciare Olbia, così come non vogliamo che i nostri dipendenti subiscano conseguenze per questa situazione”. Al momento non c’è ancora un accordo, “ma posso dire che arriveranno risposte entro una settimana. Il dialogo che sta andando avanti mi sembra costruttivo. Chiediamo però alla Regione che venga incontro a quelle che sono le nostre condizioni. Vogliamo mettere la parola fine a tutta questa situazione. Dobbiamo trovare la soluzione più giusta per tutti. Sperando che l’anno prossimo non si riproponga la medesima situazione di confusione”.


    Il termine ultimo per un accordo tra le due compagnie, scaturito dall’ultimo vertice al ministero dei Trasporti, era stato fissato per il 5 maggio. Termine scaduto finora senza risultati, ma con l’impegno, rispettato, da parte di Air Italy di volare ugualmente nei periodi di Pasqua e del ponte del primo maggio anche grazie al
    pressing del presidente della Regione, Christian Solinas. Poi però più nulla. Nei giorni scorsi la Cgil aveva denunciato lo stop di tutti i voli della compagnia ex Meridiana da Olbia nelle rotte agevolate e la cancellazione dei biglietti acquistati precedentemente verso Roma-Fiumicino e Milano-Linate. “Questo significa che le persone che hanno in mano un biglietto di Air Italy in continuità territoriale, dal 3 maggio sino al 16 non sanno se e con chi potranno volare”, aveva sottolineato il segretario della Filt Cgil, Arnaldo Boeddu.

    https://www.sardiniapost.it/economia...otte-su-olbia/

  11. #261

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Un telex di poche righe. Ma dal contenuto pesante come un macigno. È quello con il quale la compagnia Air Italy ha comunicato l’intenzione di sospendere tutti i voli in continuità territoriale da Olbia per Roma e Milano.

    Una decisione inspiegabile, che arriva proprio il giorno prima della fine della tregua armata sottoscritta dall’ex Meridiana con Alitalia, per garantire la continuità dei collegamenti dopo il nuovo bando regionale.

    “Stante le dichiarazioni rilasciate pochi giorni fa dallo stesso Coo Rossen Dimitrov, questa settimana sarebbe dovuta essere decisiva per capire se Airitaly continuerà ad operare le rotte verso Roma e Milano dallo scalo di Olbia ed invece ci ritroviamo davanti all’ennesima, inaccettabile cancellazione di voli”, commenta Elisabetta Manca, segretaria provinciale della Uil.

    Per i dipendenti di Air Italy questa ulteriore scelta della compagnia può essere letta solo in una direzione. Ovvero, nel tentativo di disimpegno della linea aerea da Olbia.

    “Pur comprendendo che la mediazione in atto tra Airitaly ed Alitalia sia tutt’altro che facile, non è più accettabile questo silenzio da parte delle istituzioni coinvolte e della stessa compagnia – prosegue Manca -. È assolutamente necessario chiarire quanto prima quale sarà il futuro di Airitaly in Sardegna e di tutti i suoi lavoratori che ormai da mesi vivono in uno stato di totale incertezza

    Galluraoggi

  12. #262
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    30,822

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Un telex???

  13. #263
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,868

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da TW 843 Visualizza il messaggio
    Un telex???
    Galluraoggi ha investito meno degli altri media in tecnologia.
    Etiamsi omnes, ego non.

  14. #264
    Senior Member L'avatar di aa/vv??
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Up in the air
    Messaggi
    2,941

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da TW 843 Visualizza il messaggio
    Un telex???
    https://www.gazzettaufficiale.it/eli...14/01A13286/sg
    Scegli un lavoro che ami e non lavorerai mai, nemmeno per un giorno in tutta la vita

  15. #265

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da aa/vv?? Visualizza il messaggio
    Capisco le facili battute, ma nel mondo aeronautico tutti i messaggi scambiati tra compagnie, aeroporti, controlli traffico, società di handilng, gds etc... sono comunemente chiamati Telex. Quanto riportato da Galluraoggi risponde quindi al vero. Breve articolo che riporta un elenco parziale dei vari tipi di messaggi esistenti:

    https://javadude.wordpress.com/2012/...es-definition/

  16. #266

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    20/05/2019 12:22
    Trattative a oltranza: c'è chi parla di spiragli e chi di abbandono di Olbia da parte di Air Italy. E a proposito di un interesse di Adr per Alitalia, Benetton afferma: non c'è stato nessun incontro
    C’è chi all’orizzonte, con molto ottimismo, parla di uno spiraglio: "Sulla continuità territoriale Alitalia e Air Italy sarebbero vicine a un compromesso sui voli da e per Olbia". Altri, che si definiscono molto più realisti, ribattono sicuri: "Macché, a giugno sarà il caos, con la compagnia del Qatar che alla fine abbandonerà Olbia". Sono due conclusioni opposte: quale sarà quella vera? E' la domanda che si pone La Nuova Sardegna, rispondendo poi: "È un mistero, nonostante manchino poche settimane alla fine di maggio e sui siti le prenotazioni siano imballate".

    In questi giorni, il governatore Christian Solinas, con a fianco il neo assessore Giorgio Todde è impegnato a far dialogare Alitalia e Air Italy, o comunque ci sta tentando. Solinas avrebbe sollecitato anche più di un intervento romano per favorire un accordo. Secondo alcuni versioni, Alitalia avrebbe promesso un passo indietro, ma non totale: lascerebbe tutti voli in continuità territoriale aerea ad Air Italy, ma solo a condizione che quelli di rinforzo, previsti a luglio ed agosto, siano una sua esclusiva. "In sostanza - commenta il quotidiano -, non vuole rinunciare ai forti incassi del periodo estivo, quando i passeggeri non residenti, leggi i turisti, dovranno pagare un sovrapprezzo sui biglietti". Ma anche quest’ipotesi di convivenza non sarebbe stata accettata da Air Italy, che nell’ultimo contatto con Solinas avrebbe ribadito il suo no: o tutto, oppure andiamo via. Tant’è che sul sito ufficiale della compagnia da qualche giorno le prenotazioni dal primo giugno sul Roma-Olbia e sul Milano Linate-Olbia sarebbero state oscurate, o comunque la procedura si bloccherebbe molto prima della conferma del biglietto. Mentre tutto questo non avverrebbe sui voli della stessa compagnia in partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa sempre su Olbia e viceversa. "Se questa situazione dovesse andare avanti - prosegue il quotidiano -, è sempre più probabile che la compagnia aerea qatarina decida, nelle prossime settimane, di rimettere in discussione il futuro dei suoi 550 dipendenti all’aeroporto di Olbia. Secondo i più ottimisti, invece Solinas avrebbe fatto breccia nel muro tirato su dai due contendenti con una controproposta sostenuta anche dal ministero ai Trasporti. Come sia strutturata l’idea del governatore è un mistero. Ma chi l’ha vista e letta sostiene che sarebbe irrinunciabile, leggi vantaggiosa, per le due compagnie che hanno deciso entrambe di volare da e per Olbia in continuità territoriale senza ricevere un euro di compensazione dalla Regione. La risposta di Alitalia e Air Italy è attesa entro l’inizio di questa settimana. Nel frattempo dovrebbe esserci un nuovo incontro a Roma fra le direzioni commerciali delle due compagnie e dovrebbe essere quella l’ultima possibilità per trovare un accordo

    Guida Viaggi

  17. #267
    Moderatore L'avatar di londonfog
    Registrato dal
    Jul 2012
    residenza
    Londra
    Messaggi
    7,896

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Air Italy 'compagnia aerea qatarina' ?

  18. #268

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Air Italy declina l’invito al tavolo della Regione Sardegna per domani, mercoledì 22 maggio, a Cagliari, convocato dal governatore per discutere di continuità territoriale aerea da e per l’Isola.

    “Non è più percorribile un accordo sulle rotte Olbia-Fiumicino e Olbia-Milano”, riporta una nota dell’ad mdi Air Italy, Rossen Dimitrov, indirizzata al presidente della Regione, Christian Solinas. Air Italy si chiama fuori e dice addio a Olbia, dove Alitalia sta volando per Roma e Milano Linate con oneri di servizio pubblico ma senza compensazioni, dopo che il vettore sardo-qatariota aveva avanzato la proposta di effettuare i collegamenti senza aiuti con largo anticipo rispetto alle scadenza del bando. La mossa dell’ex compagnia di bandiera però aveva frenato Air Italy che da subito aveva ritenuto non economicamente vantaggioso spartire le rotte senza contributi. Da qui il tentativo, con la Regione Sardegna superpartes, di trovare un’intesa che oggi è definitivamente naufragata, Secondo Dimitrov “come già rappresentato con nostra precedente comunicazione eravamo in attesa di poter finalizzare un accordo sulle rotte in oggetto (Olbia, ndr) secondo i termini e contenuti discussi in occasione dell’incontro ministeriale del 17 aprile. Ma – spiega – gli accordi ipotizzati in tale occasione non sono stati confermati. Ecco perché, la società non potrà partecipare alla riunione convocata dal presidente Solinas per domani”.
    I vertice si terrà ugualmente a Villa Devoto, sede istituzionale della presidenza della Regione, ma solo alla presenza dei vertici di Alitalia che vola da sola sui cieli dell’Isola, in regime di continuità aerea: a Cagliari e ad Alghero con compensazioni economiche e a Olbia, base storica dell’ex Meridiana, senza agevolazioni

    Travelnostop

  19. #269

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    Air Italy declina l’invito al tavolo della Regione Sardegna per domani, mercoledì 22 maggio, a Cagliari, convocato dal governatore per discutere di continuità territoriale aerea da e per l’Isola.

    “Non è più percorribile un accordo sulle rotte Olbia-Fiumicino e Olbia-Milano”, riporta una nota dell’ad mdi Air Italy, Rossen Dimitrov, indirizzata al presidente della Regione, Christian Solinas. Air Italy si chiama fuori e dice addio a Olbia, dove Alitalia sta volando per Roma e Milano Linate con oneri di servizio pubblico ma senza compensazioni, dopo che il vettore sardo-qatariota aveva avanzato la proposta di effettuare i collegamenti senza aiuti con largo anticipo rispetto alle scadenza del bando. La mossa dell’ex compagnia di bandiera però aveva frenato Air Italy che da subito aveva ritenuto non economicamente vantaggioso spartire le rotte senza contributi. Da qui il tentativo, con la Regione Sardegna superpartes, di trovare un’intesa che oggi è definitivamente naufragata, Secondo Dimitrov “come già rappresentato con nostra precedente comunicazione eravamo in attesa di poter finalizzare un accordo sulle rotte in oggetto (Olbia, ndr) secondo i termini e contenuti discussi in occasione dell’incontro ministeriale del 17 aprile. Ma – spiega – gli accordi ipotizzati in tale occasione non sono stati confermati. Ecco perché, la società non potrà partecipare alla riunione convocata dal presidente Solinas per domani”.
    I vertice si terrà ugualmente a Villa Devoto, sede istituzionale della presidenza della Regione, ma solo alla presenza dei vertici di Alitalia che vola da sola sui cieli dell’Isola, in regime di continuità aerea: a Cagliari e ad Alghero con compensazioni economiche e a Olbia, base storica dell’ex Meridiana, senza agevolazioni

    Travelnostop
    L’occasione giusta per trasferire tutto a MXP. Auguri.

  20. #270

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Comunicato IG


    Olbia, 21 Maggio 2019

    Continuità Territoriale Sardegna

    Air Italy ha accettato lo scorso 12 marzo di volare da Olbia a Roma e da Olbia a Linate (e viceversa), senza compensazione finanziaria.

    Questa decisione è stata presa perché, nonostante la perdita del Bando nella fase iniziale della Continuità Territoriale, era vitale fare tutto il possibile, nell’ambito delle regole dello stesso, per proteggere il personale e l’investimento fatto negli ultimi 50 anni al servizio della Sardegna.

    Operare la Continuità Territoriale senza compensazione significava apportare cambiamenti strategici al proprio network e accettare una significativa perdita finanziaria, infatti le compensazioni esistono per una ragione: operare con le condizioni disposte dalla Regione Sardegna non è economicamente profittevole e quindi, per assicurare la mobilità e l’accesso alla Sardegna, la Regione finanzia le rotte.

    Nonostante ciò, gli azionisti hanno accettato di sottoscrivere la significativa perdita economica derivante dall’operare i voli di Continuità Territoriale senza compensazioni, motivandola con le sopra accennate ragioni: proteggere il personale e i loro redditi.

    Successivamente, lo scorso 8 aprile Alitalia ha a sua volta accettato gli oneri di servizio pubblico sui voli da e per Olbia.

    Come noto, Alitalia è una società in Amministrazione Straordinaria, e i termini per la sua vendita sono stati recentemente prorogati perché non è stato trovato un partner valido. Come quindi possa operare le rotte in Continuità Territoriale di Olbia senza compensazione - dato che le rotte non sono redditizie in assenza di contributi - rimane un mistero. È interessante notare che Alitalia si è offerta solo di effettuare queste rotte senza compensazione, mantenendola invece sulla Continuità Territoriale di Cagliari e Alghero, dove le rotte sono probabilmente più redditizie.

    A questo punto, considerati gli sviluppi, la Compagnia ha affrontato la prospettiva di dover rivedere radicalmente le proprie operazioni su Olbia, considerando ogni possibile eventualità.

    In data 15 aprile, il Presidente Christian Solinas ha convocato Air Italy e Alitalia per provare a trovare una soluzione. Sono state presentate diverse opzioni, tra le quali la condivisione delle rotte, ma nessuna delle alternative proposte era finanziariamente sostenibile, anzi portavano ad un risultato peggiore per Air Italy rispetto a quanto proposto dalla Compagnia a marzo - il che ha portato come conseguenza alla rinuncia da parte di Air Italy.

    Il 17 aprile il Ministero dei Trasporti e la Regione Sardegna hanno nuovamente convocato Air Italy e Alitalia per cercare congiuntamente una soluzione che potesse superare la situazione venutasi a creare.

    Nelle settimane successive è stato discusso e sviluppato un accordo quadro nel quale era previsto che Alitalia continuasse a volare sulle rotte di Olbia fino alla fine di maggio, ri-proteggendo i passeggeri di Air Italy, dopo di che Alitalia sarebbe uscita e avrebbe lasciato operare Air Italy, che – parimenti, avrebbe ri-protetto i passeggeri di Alitalia.

    Questo accordo quadro è stato redatto e rivisto dalle parti in attesa di essere firmato.

    Tuttavia, a poche ore dalla prevista conclusione dell’accordo, Alitalia ha modificato la propria posizione affermando che non fosse più possibile procedere e che desiderava tornare alla proposta originale, ovvero la condivisione delle rotte. Questo era, è e sarà, semplicemente impossibile.

    Air Italy ha fatto tutto il possibile per cercare di esplorare ogni opzione percorribile.

    Per più di due mesi è stata riconfermata l’accettazione delle rotte pur in previsione di una significativa perdita finanziaria. E’ stato opzionato e poi cancellato e ancora ri-opzionato e di nuovo cancellato il leasing degli aerei necessari, creando un danno ai propri rapporti commerciali.

    Sono state acquisite prenotazioni e sono stati ri-protetti i passeggeri con ogni possibile modalità. E, infine, la Compagnia ha partecipato a ogni incontro, ma una soluzione ragionevole è risultata fuori dal proprio controllo.

    Esattamente un mese fa la Compagnia ha detto che la soluzione proposta dalla Regione Sardegna di concerto con il Governo non era una soluzione, ma una farsa, e che non risolveva la questione della continuità territoriale. Al contrario, mette a rischio la Continuità Territoriale e contemporaneamente i passeggeri, il territorio, il personale di Air Italy e il settore turistico della Sardegna.

    Oggi quest’affermazione è tristemente ancora valida.

    Oltre a ciò, c’è disillusione e estrema delusione rispetto a come questa situazione è stata gestita dalla Regione Sardegna e dal Governo.

    Così com'è, questa è la fine della storia per quanto riguarda Air Italy, che essendo costretta a cancellare le due rotte Continuità Territoriale di Olbia, continuerà a ri-proteggere i passeggeri che dovessero risultare ancora prenotati sui voli fra Olbia e Milano Linate e fra Olbia e Roma Fiumicino.

    Non c'è nient'altro che la Compagnia possa fare a questo punto. Sono state mantenute le opzioni per gli aerei in leasing in attesa di una risoluzione, ma sfortunatamente ora tali opzioni verranno rilasciate e tutti i relativi accordi annullati.

    Inoltre, a causa della cattiva gestione e delle ripercussioni finanziarie di questo ridicolo stato di cose, è stato dato incarico per valutare la possibilità di richiedere un risarcimento e verrà chiesto alla Commissione europea di indagare su questa débâcle.

    Ma soprattutto, l’obiettivo principale resta lo stesso: il proprio personale.

    A causa di questa situazione mal gestita e della mancanza di una soluzione, trascinata per mesi e ritornata al punto di partenza, il destino dei 500 dipendenti di Air Italy, delle loro famiglie e delle imprese associate in Sardegna dipende dalle decisioni della Regione Sardegna e del Governo.

    Oggi il personale della Compagnia e le famiglie meritano risposte oneste e dirette da parte di coloro che sono responsabili di questo caos.

    Essi devono adesso spostare immediatamente l’attenzione sulla ricerca di una soluzione adeguata a proteggere sia il reddito degli oltre 500 dipendenti di Air Italy, sia le loro famiglie a Olbia, nonché il contributo economico e sociale, che essi apportano all'isola della Sardegna.

  21. #271
    Socio 2015
    Registrato dal
    Oct 2006
    residenza
    Londra.
    Messaggi
    16,133

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da bk71 Visualizza il messaggio
    A causa di questa situazione mal gestita e della mancanza di una soluzione, trascinata per mesi e ritornata al punto di partenza, il destino dei 500 dipendenti di Air Italy, delle loro famiglie e delle imprese associate in Sardegna dipende dalle decisioni della Regione Sardegna e del Governo.

    Oggi il personale della Compagnia e le famiglie meritano risposte oneste e dirette da parte di coloro che sono responsabili di questo caos.

    Essi devono adesso spostare immediatamente l’attenzione sulla ricerca di una soluzione adeguata a proteggere sia il reddito degli oltre 500 dipendenti di Air Italy, sia le loro famiglie a Olbia, nonché il contributo economico e sociale, che essi apportano all'isola della Sardegna.
    Che vergogna di comunicato.

  22. #272

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da bk71 Visualizza il messaggio

    Ma soprattutto, l’obiettivo principale resta lo stesso: il proprio personale.

    A causa di questa situazione mal gestita e della mancanza di una soluzione, trascinata per mesi e ritornata al punto di partenza, il destino dei 500 dipendenti di Air Italy, delle loro famiglie e delle imprese associate in Sardegna dipende dalle decisioni della Regione Sardegna e del Governo.

    Oggi il personale della Compagnia e le famiglie meritano risposte oneste e dirette da parte di coloro che sono responsabili di questo caos.

    Essi devono adesso spostare immediatamente l’attenzione sulla ricerca di una soluzione adeguata a proteggere sia il reddito degli oltre 500 dipendenti di Air Italy, sia le loro famiglie a Olbia, nonché il contributo economico e sociale, che essi apportano all'isola della Sardegna.
    Non mi mi è chiaro cosa si aspettino. Sperano che il governo decreti il divieto di volare sulle OLB-LIN/FCO per chiunque tranne IG?
    Ciao

  23. #273

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da belumosi Visualizza il messaggio
    Non mi mi è chiaro cosa si aspettino. Sperano che il governo decreti il divieto di volare sulle OLB-LIN/FCO per chiunque tranne IG?
    E magari pure raddoppiare i contributi...
    Comunque magari trasferissero tutto a MXP concentrandosi su quello. Fra l'altro il fermo dei B737Max li avrebbe probabilmente costretti ad operare macchine aggiuntive in wet lease che così risparmiano.

  24. #274

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da belumosi Visualizza il messaggio
    Non mi mi è chiaro cosa si aspettino. Sperano che il governo decreti il divieto di volare sulle OLB-LIN/FCO per chiunque tranne IG?
    Magari si aspettano che una società che brucia capitale pubblico non usi le risorse , di nuovo , pubbliche per distorcere il mercato.

  25. #275

    Predefinito Re: Nuova continuità territoriale sarda

    Quote Originariamente inviato da Cadozzo Visualizza il messaggio
    Magari si aspettano che una società che brucia capitale pubblico non usi le risorse , di nuovo , pubbliche per distorcere il mercato.
    Premesso che personalmente avrei lasciato fallire AZ fin dai tempi di LAI, è inevitabile che finchè rimane su piazza, una compagnia cerchi di allargare il proprio business.
    Probabilmente AZ ha un surplus di 320 e relativi equipaggi da pagare a prescindere, per cui potrebbe essere anche possibile che operare quelle rotte sia più redditizio (o meglio, meno perdente) che lasciare aerei ed equipaggi a terra.
    Comunque se già la situazione di AZ mi fa venire l'orticaria, la pretesa che le rotte OLB-LIN/FCO siano una proprietà privata dei lavoratori di IG la trovo fuori dal mondo.

    Quello che servirebbe è un libero mercato con sovvenzioni in inverno sulle OLB-FCO/LIN e AHO-FCO/LIN.
    Sovvenzioni intese come rimborso di tot per ogni posto venduto. E che vinca il migliore.
    A CAG non serve nulla: c'è mercato sufficiente anche in bassa stagione.
    Probabilmente al posto delle compagnie sopracitate, ci sarebbe qualcuno che il mestiere lo sa fare sul serio.
    Ciao

Pagina 11 di 13 primaprima ... 910111213 ultimoultimo

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 1 ospiti)

Discussioni simili

  1. Risposte: 351
    Ultimo messaggio: 25th July 2018, 13: 54
  2. Rinvio Continuita' territoriale Sarda
    Da geardown3green nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 4th July 2012, 11: 35
  3. Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 23rd May 2009, 14: 58
  4. Risposte: 32
    Ultimo messaggio: 25th October 2008, 16: 08
  5. Cisl Sarda, "continuitÃ* territoriale va cambiata"
    Da airblue nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 19
    Ultimo messaggio: 10th June 2006, 21: 48

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •